Francesco Pugliese fa il punto su Conad: +8% nel 2012

Retail

Francesco Pugliese direttore generale di Conad ha fatto il punto della situazione della società in occasione del fine anno 2012. La quota delle insegne Conad si attesta all'11,1%, con un incremento di 0,8 punti percentuali rispetto al 2011.

Quasi 11 miliardi di euro di fatturato
Conad si avvia ad archiviare il 2012 con un giro d'affari previsto di 10,970 miliardi di euro, 809 milioni di euro in più rispetto all'anno precedente (+7,96%). A parità di rete la crescita è dell'1%, nonostante le difficoltà del mercato e la forte presenza nelle aree del Centro Sud Italia, dove la flessione dei consumi è più marcata e la preferenza dei consumatori va verso i format di vendita più convenienti.

Contributo della marca commerciale
Andamento positivo della marca commerciale: le vendite sono cresciute del 16,9% rispetto al 2011 attestandosi a 2,089 miliardi di euro, con una quota del 25,1%, superiore a quella media di mercato (18,1%). Risultato raggiunto grazie ad una qualità dei prodotti assimilabile a quella della grande marca industriale, ma con un risparmio del 25-30% sul prezzo (fonte: SymphonyIRI).

Nel 2012 investiti 400 milioni di euro
Nel 2012 Conad ha investito 400 milioni di euro nella realizzazione di 106 nuovi punti di vendita, con una superficie di 158mila mq, e ha creato 4.400 nuovi posti di lavoro.
Presenti in 108 delle 110 province italiane, i punti di vendita Conad sono 3.052 (40 E.Leclerc Conad, 180 Conad Superstore, 918 Conad, 862 Conad City, 790 Margherita, 192 Todis e 70 altri canali) con una superficie di 1,722 milioni di mq (+10,14% rispetto a quella del 2011).
La produttività è superiore alla media di mercato che è di 5.420 euro e si attesta a 6.310 euro al mq, pur con una dimensione media più piccola rispetto ad altre catene distributive (564 mq di superficie di vendita) (fonte: Gnlc Nielsen).

Crescita in tutti i canali
"Conad continua lo sviluppo che si era programmato, forte della capacità delle cooperative e dei soci di fare sistema -ha dichiarato Francesco Pugliese- Cresciamo in tutti i canali, grazie soprattutto ai prodotti private label e ai freschi. Nel 2012 abbiamo fatto molto più di quanto ci fossimo prefissati: 400 milioni di euro di investimenti e 4.400 nuovi posti di lavoro. Conad è economicamente solido e ha obiettivi di ulteriore crescita, perché la leadership assoluta del mercato della distribuzione è un obiettivo raggiungibile. Anche per il 2013, il piano strategico di sviluppo punta ad avvicinare tale traguardo".

17 distributori di carburante in 9 regioni
Sul fronte dell'innovazione di servizio, il 2012 si chiude con 17 distributori di carburanti Conad presenti in 9 regioni italiane. Dall'apertura del primo distributore a Gallicano, in provincia di Lucca (2005) ad oggi, gli automobilisti hanno beneficiato di un risparmio di 38,5 milioni di euro, grazie ad una politica di convenienza con sconti tra gli 8 e i 10 centesimi di euro al litro.
Le 55 parafarmacie Conad garantiscono un risparmio medio di oltre il 21% (ma con punte fino al 40%) sui farmaci acquistabili senza obbligo di ricetta medica, parafarmaci e altri prodotti per il benessere della persona. Anche i 9 corner Ottica hanno contribuito a tenere bassi i prezzi in un comparto che in Italia vale 3,3 miliardi di euro.

Progetti 2013: 91 mila mq con 2.200 posti di lavoro
Conad prevede nuove aperture per 91 mila mq di superficie di vendita con un investimento di 240 milioni di euro e la creazione di oltre 2.200 nuovi posti di lavoro. Superando in tal modo il piano strategico degli investimenti per il triennio 2012-2014 annunciato nel 2011.
Prevista l'apertura di 4 nuovi negozi Sapori e Dintorni da 800-1.000 mq entro primo semestre 2013 nelle stazioni ferroviarie grazie all'accordo con Grandi Stazioni: si parla di Milano C.le, Roma Termini, Firenze Maria Novella, Napoli Centrale.
Da febbraio 2013 nuova comunicazione, con nuovo stile narrativo sulla convenienza.

Lo sviluppo si basa su acquisizioni
Uno sviluppo che Conad intende realizzare anche per linee esterne, soprattutto acquisizioni, ma sul quale pesa l’entrata in vigore dell’art. 62. Già chiuso il 70% dei contratti con l'Idm nel pieno rispetto dell'art. 62. In merito c'è da rilevare che la proposta di bloccare i listini fatta all'Idm (leggi notizia) non è stata condivisa da nessuno.

Conad consolida i rapporti con le comunità locali
Nel corso del 2012 ha raccolto 1,2 milioni di euro per finanziare i progetti di costruzione e recupero di
alcune scuole danneggiate dal terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna e ha investito oltre 3 milioni di
euro per dotare di attrezzature informatiche e supporti multimediali le scuole primarie e secondarie di
primo grado. All’iniziativa Insieme per la scuola hanno aderito 11.727 istituti scolastici; di questi, 4.503
hanno richiesto 15.589 attrezzature informatiche disponibili in un apposito catalogo. Per il prossimo anno
Conad ha messo in cantiere la seconda edizione.
Assieme a Ail - Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, Conad è impegnato a sostenere la ricerca sulla leucemia mieloide acuta. La formula è quella che prevede il coinvolgimento dei clienti attraverso la raccolta punti del catalogo

Immagina 2012-2013
Si è appena conclusa l’iniziativa di responsabilità sociale che ha permesso di donare una parte del ricavato della vendita delle stelle di Natale ad Ant, la onlus che si occupa di assistenza domiciliare gratuita ai malati di tumore e ai loro familiari. Grazie ai clienti, Conad donerà circa 120 mila euro per sostenere le attività di Ant.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome