Fresh & Easy presenta istanza di fallimento

Si era già parlato di un tentativo della catena del grocery Fresh&Easy di razionalizzare la store base, abbandonando 50 dei punti di vendita meno convenienti a livello di business, in favore di un'implementazione di quelli restanti. Una strategia firmata Yucaipa Companies LLC, la società di investimento americana che nel 2013 aveva acquisito la maggioranza dei negozi del retailer da Tesco.fresh_2667199b

Ora una nuova svolta. Lo scorso venerdì 30 ottobre, infatti, Fresh & Easy ha presentato istanza di fallimento, chiedendo di entrare sotto la protezione del cosiddetto Chapter 11. Quest’ultimo è uno strumento messo a disposizione degli imprenditori in stato di crisi dalla legge fallimentare Usa, che consente agli stessi un risanamento previa approvazione del giudice, ricordando all’incirca il concordato preventivo italiano.

fresh-and-easy-aisleL’azienda non ha rilasciato in proposito alcuna dichiarazione, ma poco tempo prima si era parlato di passività tra i 100 e i 500 milioni ed assets inferiori ai 50 milioni di dollari. La settimana scorsa, inoltre, Fresh & Easy ha chiuso i suoi 97 store in California del Sud, Arizona e Las Vegas e si è dichiarata speranzosa di trovare un acquirente in grado di far ripartire il business.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome