Gruppo Selex pronto a crescere per i prossimi 55 anni

“Qualità dei formati e dei prodotti, valori legati al territorio, innovazione: sono questi gli elementi che si hanno contraddistinto in questi anni, da quando siamo nati nel 1964 come unione volontaria A&O italiana, e continueremo lungo questa strada per il prossimo futuro, aggiungendo coraggio, capacità di farci contaminare e sperimentare nuove strade”. Così Alessandro Revello, presidente di Gruppo Selex, ha aperto oggi l’incontro a Parma che ha visto la partecipazione di oltre 300 realtà produttive italiane fornitrici, per parlare delle sfide del mercato e degli obiettivi prefissati da raggiungere all’insegna di innovazione e sostenibilità.

 

Selex nel 2009 nel 2019
Imprese socie 23 12
Punti di vendita 2.932 2.299
Fatturato al consumo mln euro 8,5 11,4
Mq  1.938.568 2.093.037

 

Siamo una realtà multicanale, che ha nei supermercati la propria forza principale e il nostro obiettivo è crescere, crescere, crescere in tutti i territori con punti di vendita sempre più distintivi, adottando un approccio omnicanale, per competere secondo nuovi paradigmi con nuovi e vecchi competitor”, ha precisato Maniele Tasca, direttore generale del gruppo che nel 2018 ha registrato un incremento del 4,3% sull’anno precedente, un andamento che prosegue anche nel 2019: nei primi 5 mesi, infatti, il dato, a parità di rete, è del + 1,2%, un dato incoraggiante visto la leggera flessione del mercato.

Mdd, prodotti buoni, convenienti, sostenibili: gli obiettivi di Selex
  1. Mdd come brand riconosciuti e apprezzati
  2. Capacità di innovare al passo con i tempi
  3. Raggiungere la leadership in tutte le categorie
  4. Obiettivo fatturato 2025: + 50%
  5. Quota di mercato 2025: oltre il 20% su tutti i territori

Pilastro centrale delle strategie di distintività la mdd. “Vogliamo trasformare i nostri marchi in brand, un percorso che sappiamo lungo, ma che abbiamo già intrapreso e che ci vedrà sempre più concentrati nei prossimi anni per raggiungere, entro il 2025, una quota superiore al 20% in tutti i segmenti e territori, con un +50% di fatturato”, ha continuato Tasca.

  • 5.400 i prodotti a marchio del distributore
  • 830 mln euro il fatturato delle mdd nel 2018
  • + 20% la crescita annua delle linee salutistiche e alto di gamma

“Ai fornitori di mdd chiediamo di avere un ruolo ancora più attivo a livello di ricerca e sviluppo e di migliorare costantemente l’offerta esistente, per garantire qualità, convenienza, innovazione e sostenibilità -ha precisato Luca Vaccaro, direttore mdd-. IN quest’ottica stiamo lavorando per riformulare i nostri prodotti a marchio massimizzando la presenza di ingredienti italiani, riducendo gli imballi superflui. Anzi, pensiamo di sostituire i pack monouso con prodotti compostabile entro il giugno del prossimo anno, in anticipo con la normativa”.

“Il prezzo rimane un elemento fondamentale pe sostenere le nostre linee a marchio. Deve essere corretto rispetto a qualità, volumi ed efficienza della supply chain, oltre che adeguato ai cambiamenti dello scenario economico”

Fabio sordi, direttore commerciaLe

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome