Gruppo VéGé più forte con l’ingresso di Dolcitalia

Uno scambio di competenze a 360 gradi con messa a comune dei rispettivi punti di forza. Questo il quid strategico alla base dell’accordo, operativo dall’inizio dell’anno, siglato tra Svive Spa, più nota come Dolcitalia, e Gruppo VéGé.

Nata nel 1993 come centrale d’acquisto, Dolcitalia dal 2000 è una società di servizi che offre consulenza commerciale e di marketing, rappresentando oggi, secondo i dati forniti dalla stessa, circa il 30% della distribuzione dolciaria nel nostro Paese, per un fatturato di 290 milioni di euro. La sua rete di 170 affiliati serve circa 151.500 punti di vendita con bar e tabacchi come canale principale (89mila).

Con l’ingresso all’interno di Gruppo VéGé, Svive potrà tra l’altro destinare maggiori risorse a investimenti nello sviluppo di servizi a valore aggiunto per il comparto: dalla raccolta dati all’automatizzazione e digitalizzazione di alcuni processi, così come al rafforzamento della comunicazione.

“Siamo entrati a far parte di Gruppo VéGé nella piena convinzione di poter sviluppare una collaborazione a tutto tondo che sia mutualmente vantaggiosa, ma soprattutto orientata alla costruzione di valore aggiunto per la distribuzione dolciaria all’ingrosso -ha sottolineato Marino Lazzarini, presidente di Svive-. Intendiamo arricchire la già forte rete di relazioni di Gruppo VéGé con la nostra solida esperienza e know how in un settore strategico come quello dolciario”.

Presidente_GruppoVéGé_Nicola.Mastromartino"L’accordo con Dolcitalia è un risultato eccellente e di straordinaria portata non solo perché si tratta del gruppo di riferimento nella distribuzione dolciaria, ma soprattutto perché questa partnership rende possibili sinergie e vantaggi reciproci di estremo valore, non riducibili alla pur importante sfera delle posizioni contrattuali.”, ha commentato Nicola Mastromartino (in foto), presidente di Gruppo VéGé: “Siamo già al lavoro per integrare competenze, sistemi e servizi in una prospettiva di crescita armonica e di lungo periodo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here