I neo Cavalieri del Lavoro del mondo retail e largo consumo

Retail

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, come di consueto in occasione della festa della Repubblica del 2 giugno, ha nominato 25 nuovi Cavalieri del Lavoro su proposta del Ministro dello Sviluppo Economico ad interim Silvio Berlusconi. Fra questi la parte di interesse per Gdoweek è ovviamente la nutrita schiera di neo nominati che dirigono imprese collegate al retail e al largo consumo.
Si ricorda che il riconoscimento non viene assegnato solo per una specifica attività intrapresa, ma per l'impegno etico e sociale volto al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro del paese. Le onorificenze verranno consegnate nel mese di ottobre al Quirinale.
I brevi profili sono estratti dal sito della Federazione Nazionale dei Cavalieri del lavoro.

GIAN DOMENICO AURICCHIO
53 anni, nato a Cremona, settore industria alimentare
È Ad della Gennaro Auricchio spa., fondata dalla famiglia nel 1887 a Napoli. Nel 1992, con il padre e i fratelli, ne ha rilevato l'intera proprietà e ha dato avvio ad una fase di espansione e modernizzazione dell'azienda con l'introduzione di packaging innovativi, azioni per la tutela del marchio e nuove acquisizioni. Negli ultimi anni l'azienda ha ulteriormente consolidato la sua posizione sul mercato italiano e internazionale. Oggi l'azienda ha 470 dipendenti. Gennaro Auricchio è anche presidente di Federalimentare.

ALDO BALOCCO
80 anni, nato a Cuneo, settore industria alimentare
È presidente e amministratore delegato dell'omonima azienda dolciaria fondata dal padre nel 1927 e da lui sviluppata da laboratorio artigianale a moderno stabilimento di produzione. Negli anni 70 l'azienda acquisisce nuove quote di mercato e una maggiore notorietà a livello nazionale e internazionale con una presenza in oltre 50 Paesi. Oggi l'azienda impiega 295 dipendenti.

PAOLO BARBERINI
51 anni, nato a Roma, settore gdo
È Ad e direttore commerciale della Midal spa, attiva nel settore della distribuzione organizzata con 49 store nel Lazio e in Umbria e quasi 700 dipendenti. Dal 2003 è presidente di Interdis, raggruppamento di 29 aziende di distribuzione con i marchi Sidis e Dimeglio e con un totale di oltre 2.700 pdv. Paolo Barberini è presidente di Federdistribuzione.

ALESSANDRO BENETTON
46 anni, nato a treviso, settore finanza, abbigliamento e horeca
È Ad di Schemaquattordici spa, holding di partecipazioni che ha realizzato importanti investimenti in medie imprese italiane ad alto potenziale di sviluppo, sostenendone la crescita e l'espansione sui mercati internazionali. Dal 2004 è vicepresidente esecutivo dell'azienda di famiglia Benetton Group con 10.000 dipendenti.

PIERLUIGI BERNASCONI
56 anni, nato a Milano, settore gdo non food
Ha introdotto in Italia la catena di store di informatica e di elettrodomestici Media World di cui ha aperto il primo pdv nel 1991. L'ingresso nel gruppo tedesco Metro è avvenuto nel 1989 dopo essere stato in Hitachi Italia come capo area e poi direttore vendite. Oggi è Ad Mediamarket, proprietaria della catena Media World  che conta 100 negozi in tutta Italia con 7.500 dipendenti.

MARIA CRISTINA LOREDAN RIZZARDI
71 anni, nata a Verona, settore vitivinicolo
Ha portato alla notorietà nazionale e internazionale l'azienda vitivincola Guerrieri Rizzardi, nata all'inizio del Novecento dalla fusione di due antiche cantine: la quattrocentesca Guerrieri e la Rizzardi. L'azienda ha sede a Bardolino ed è l'unica a realizzare la sua produzione in tutte e quattro le zone Doc del Veronese: Bardolino, Valpolicella, Soave e Valdadige. I suoi vigneti hanno un'estensione complessiva di 80 ettari e vi lavorano 17 dipendenti.

SEBASTIANO PITRUZZELLO
70 anni, nato a Sortino (SR), settore industria alimentare
Emigrato negli anni 60 in Australia, dà inizio ad una attività artigianale e nel 1973 fonda la Pantalica Cheese Company, con sede a Thomastown, nei pressi di Melbourne. L'azienda si specializza in prodotti caseari della tradizione italiana, come parmigiano, mozzarella e ricotta poi l'attività si estende ai formaggi a basso contenuto calorico e ad altri prodotti derivati dal latte. Recentemente ha esteso la sua produzione all'olio e al vino. Oggi l'azienda occupa 170 dipendenti.

CARLO PONTECORVO
59 anni, nato a Napoli, settore industria bevande
Provenendo dal settore imbottigliamento e da quello armatoriale, dal 2005 è presidente e Ad della Ferrarelle spa, avendola rilevata quell'anno da Danone. Riporta così in Italia questo marchio insieme a Boario, Santagata, Natia e Vitasnella. Grazie ad un piano di rilancio, basato sulla riorganizzazione e sulla modernizzazione degli impianti riesce ad espandersi sul mercato estero. I due stabilimenti di Riardo (CE) e Boario (BS), caratterizzati da alti standard qualitativi e da fonti energetiche rinnovabili occupano 392 dipendenti. In precedenza è stato imprenditore

MICHELE RUBINO
61 anni, nato a Napoli, settore industria alimentare
Dal 1999 guida come Ad l'azienda di famiglia, Cafè do Brasil, con i marchi Kimbo e Caffè Kosè. L'impresa nasce a Napoli, negli anni 50, come piccola torrefazione. Negli anni 60 avvia la produzione industriale di caffè. A partire dagli anni '90 la Cafè do Brasil, grazie a forti investimenti in nuovi impianti di produzione e alla ristrutturazione della logistica inizia a crescere in modo costante fino ad arrivare al secondo posto nelle vendite retail italiane del caffè confezionato. Occupa 400 dipendenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome