Il preconsuntivo 2011 di Coop Adriatica parla di un +2,4% con 11 negozi in più

Retail

Le 44 assemblee a Bologna, in Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo
sugli obiettivi economici, sociali e ambientali della Coop per l'anno appena iniziato hanno sancito che nel 2011, in base ai dati di preconsuntivo,  le vendite sono stabili e la sostenibilità è in crescita.
Per far fronte alla crisi dei consumi e alle difficoltà dell'economia e
del mondo del lavoro, quest'anno Coop Adriatica punta a offrire
convenienza ai soci e ai consumatori, facendo leva sui propri valori:
qualità, eticità, solidarietà, attenzione alle persone e alle comunità, sviluppo sostenibile per l'ambiente e le economie locali. Sono gli obiettivi tracciati per il 2012 con il Preventivo di
sostenibilità
, il documento con il quale la cooperativa di consumatori
rende pubblici i propri impegni economici, sociali, ambientali per
l'anno appena iniziato.
Il presidente Adriano Turrini: “È in momenti come questo che una Cooperativa di consumatori deve fare
la propria parte: riuscire ad essere, insieme, un'impresa eccellente, responsabile e solidale”.

Preconsuntivo
Il documento è stato comunicato insieme alle stime di preconsuntivo 2011, dal presidente, il vicepresidente Giovanni Monti, il direttore generale alla Gestione Tiziana Primori e il direttore delle Politiche sociali Marco Gaiba. “Il 2012 sarà difficile - ha sottolineato  il presidente - ma sono questi i momenti in cui dobbiamo fare al meglio la nostra parte come Cooperativa di consumatori: cioè riuscire ad essere, insieme, un'impresa eccellente, responsabile e solidale. Il Preventivo di sostenibilità assume in questo senso obiettivi e impegni concreti”.
I nuovi traguardi economici, sociali e ambientali per quest'anno sono costruiti sul buon risultato del 2011, che emerge dal preconsuntivo.

Buon risultato 2011
Nonostante il calo generalizzato dei consumi, Coop Adriatica chiuderà con vendite sostanzialmente stabili rispetto all'anno precedente, e migliori rispetto all'andamento del mercato: 2,082 miliardi di euro, in lieve crescita (+2,4%) grazie all'apertura di 11 nuovi negozi. Al buon esito dell'anno hanno contribuito in particolar modo i supermercati, a partire dai piccoli inCoop presenti nei centri storici.
Nell'anno appena concluso, sono stati buoni anche gli altri indicatori di sviluppo, adesione e radicamento sociale, tutela del prestito dei soci, solidarietà e ambiente.
La Cooperativa conta oggi 171 punti vendita, di cui 18 ipermercati e 153 supermercati. Erano circa 9 mila i lavoratori a fine dicembre, e oltre 1 milione e 156 mila soci; a questi ultimi sono andate il 75% delle vendite. I depositi di più di 233 mila soci prestatori, infine, ammontano a quasi 1,9 miliardi di euro, ed il prestito sociale ha mantenuto tassi vantaggiosi e confermandosi un solido strumento di tutela dei piccoli risparmiatori.

Obiettivi per il 2012
Vendite, prezzi e convenienza.
Quest'anno, Coop Adriatica punta a realizzare vendite per 2,129 miliardi di euro (+2,3%), con una forte attenzione ai prezzi e alle promozioni: “L'intera politica di Coop Adriatica mira a tutelare tutti i consumatori dall'inflazione, che colpisce soprattutto i redditi più bassi - ha affermato il presidente Turrini -  e a favorire il socio, rafforzare il suo valore, aiutarlo a spendere meglio, integrando il più possibile politiche commerciali, sociali, ambientali”.
Per frenare gli effetti di una probabile ripresa dell'inflazione sono previsti investimenti in convenienza per 27 milioni di euro in più rispetto al 2011 per i soci e tutti i consumatori, grazie al contenimento dei prezzi e alle promozioni.

Campagna Conviene
Etica, solidarietà, sostenibilità ambientale, valorizzazione delle produzioni locali e rispetto della legalità sono i valori che Coop promuoverà anche con la campagna “Conviene”, al via da questo mese in tutti i punti vendita e centrata sui prodotti italiani di qualità, etici, solidali, frutto della legalità e sostenibili.
Inoltre, nel 2012, con l'aumento delle offerte e delle promozioni a loro dedicate, i soci potranno risparmiare complessivamente 85 milioni di euro, e altri 15 milioni di vantaggi saranno garantiti dalla raccolta punti sulla spesa. A beneficiare in misura particolare delle iniziative per i soci saranno i lavoratori vittime della crisi e i soci prestatori, che sostengono la Cooperativa affidandole i propri risparmi.

Il primo distributore a brand Ener.Coop
La convenienza di Coop Adriatica continuerà a riversarsi anche su prodotti e servizi innovativi: dal pagamento delle bollette alle casse alla vendita di farmaci da banco negli spazi Coop Salute, fino all'offerta di pannelli fotovoltaici “chiavi in mano” e ai servizi assicurativi e finanziari con gli spazi CoopCiConto. Quest'anno, inoltre, Coop Adriatica inaugurerà il primo distributore di carburante a marchio Ener.Coop a Castel Maggiore (Bo), in corso di realizzazione.

Obiettivo posti lavoro
Quest'anno la Cooperativa dunque offrirà lavoro a circa 9.200 persone. La quota di assunti a tempo indeterminato rimarrà il 93% sul totale; le risorse destinate al personale ammonteranno a 269 milioni di euro (5,6 milioni in più sul 2011), incentivando tra l'altro la formazione e le attività per la sicurezza sul lavoro.
Nello sviluppo della rete di vendita, la Cooperativa investirà quasi 114 milioni di euro, con importanti progetti di riqualificazione nei centri storici, alcune nuove aperture di piccoli negozi e la rilocalizzazione di due supermercati, a Forlì e Venezia, trasferiti in strutture più funzionali. “Progetti - ha sottolineato Turrini - che, insieme alla valorizzazione delle filiere agroalimentari locali e le vendite dei negozi, potranno sostenere la tenuta e creare nuovi posti di lavoro anche nelle piccole e medie imprese nostre fornitrici”.

Verso le fasce più deboli
Rilevante anche l'impegno per la solidarietà a favore delle fasce più deboli della popolazione, con iniziative come “Brutti ma buoni” - la donazione a fini solidali degli invenduti alimentari, che nel 2012 coinvolgerà 85 punti vendita a beneficio di 120 onlus e migliaia di assistiti - e “C'entro anch'io”, il bando appena varato che finanzierà 26 progetti per il benessere e la coesione sociale della comunità promossi da cooperative sociali e associazioni.

L'ambiente e la gestione dell'energia

Nel 2012 soci e consumatori toccheranno con mano l'impegno ambientale di Coop Adriatica soprattutto sui temi dell'acqua pubblica e della gestione responsabile delle foreste. Inoltre, la Cooperativa conferma il proprio impegno su molti fronti per la riduzione dell'impatto ambientale, nella realizzazione e gestione dei propri punti vendita. Nel 2012, infatti, implementerà un sistema di gestione dell'energia, per impiegarla con maggior efficienza; la riduzione dei consumi energetici sarà garantita anche dal progressivo rinnovamento degli impianti di illuminazione, con sistemi a basso consumo e utilizzo di lampade a led. Si stima inoltre che il 21% dell'energia utilizzata nel 2012 proverrà da fonti rinnovabili, grazie alla fornitura di energia pulita per 8 punti vendita e ai 36 impianti fotovoltaici installati presso i negozi e la sede della Cooperativa; questo comporterà un abbattimento di 22.600 tonnellate di anidride carbonica, paragonabile alla piantumazione di oltre 32 mila alberi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome