John Lewis Partnership, fatturato in crescita ma profitti in calo

waitrose-john-lewis

Fatturato lordo e quote di mercato in aumento ma profitti in calo per John Lewis Partnership, la una società britannica che opera nel settore retail con i grandi magazzini John Lewis e i supermercati a insegna Waitrose. Charlie Mayfield, presidente della John Lewis Partnership, commenta: “I risultati non sono la conseguenza del risultato del referendum UE, che ha avuto un impatto quantificabile sulle vendite finora, ma dipendono dai cambiamenti in atto nella società, nella vendita al dettaglio e nei luoghi di lavoro”. La crescita al lordo delle vendite ammonta al 3,1%, con un aumento delle quote di mercato (4%) e l'aumento del numero di clienti in mercati difficili. L’azienda individua alcuni punti cardine per motivare la diminuzione dei profitti:  prezzi competitivi, il mantenimento delle differenze retributive, investimenti a lungo termine tra cui quelli sulla razionalizzazione della rete vendita.

Gli obiettivi. La relazione annuale del gruppo distingue più punti chiave per lo sviluppo dell’azienda.  Il primo è quello di john-lewisrafforzare la posizione finanziaria, sia per rendere più resistente il bilancio agli urti del mercato e per poter investire ulteriormente. Si dovranno ridurre le spese di capitale di circa 460 £ entro l’anno riducendolo del 7% rispetto allo scorso anno. E bisognerà lavorare sul miglioramento della produttività.Per anticipare i cambiamenti nel comportamento dei consumatori, la società intende valorizzare i propri marchi  tra cui la gamma premium Waitrose 1 e una nuova etichetta di lusso womenswear.  Inoltre, ci si indirizzerà su nuovi posti di lavoro con una migliore retribuzione. Tra le strategie messe in atto da John Lewis Partnership c’è anche l’accordo con Alibaba Group che ha permesso la conquista di nuovi mercati come la Cina. A questa si aggiunge anche la collaborazione con il rivenditore online britannico Corner Shop.

Il piano di sviluppo. Per sviluppare al meglio la redditività dei punti di vendita e migliorare la shopping experience dei clienti, l’azienda intende puntare su nuovi concept, con rinnovati servizi instore e consulenza tecnica. Per quanto riguarda l’ingrosso invece si sta esportando il modello di vendita con shop-in-shop in Australia e in Irlanda. E si potenzierà anche l’eCommerce.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here