Lamaska: l’insegna dedicata alle mascherine

In tempi di Covid-19 il retail si adegua alle esigenze dettate dal contesto e propone nuove formule per un assortimento perfettamente in linea con l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo e con le norme anticontagio. Lamaska è l'insegna nata in questo ambito con una proposta incentrata esclusivamente sulle mascherine con un'offerta di oltre 1.000 referenze realizzate con tessuti sintetici anallergici, di seta e lino, ma anche con materiali riciclati e con una proposta capace di soddisfare i vari stili di abbigliamento dei consumatori per le varie occasioni della giornata. Le mascherine sono 100% biodegradabili e riutilizzabili, nel rispetto dell'ambiente. Stando a quanto scrive Il Mattino, i padri del progetto sarebbero tre fratelli under 25, Matteo, Luca e Martina Guerrini.

Lamaska nasce dall'esigenza di creare un punto di vendita di mascherine che possa soddisfare la crescente richiesta di un prodotto che al giorno d'oggi è diventato un vero e proprio accessorio -spiega l'azienda sul proprio sito aziendale-. Il nostro obiettivo è trasformare in piacere ciò che prima era un dovere: l'utilizzo delle mascherine. Crediamo, infatti, nella possibilità di rendere la mascherina un valore aggiunto, che esalti il proprio outfit. Per questo selezioniamo attentamente i materiali dei nostri prodotti, offrendo una grande possibilità di personalizzazione: stoffe e pelli di qualità, che possa soddisfare i consumatori più esigenti”.

 

 

Ad oggi sono stati realizzati cinque punti di vendita di cui quattro a Roma, in via Giubbonari 28, in via della Croce 63, in via dei Baullari 18 e in via Arcione 31, e il quinto a Venezia, in Rio Terà de la Maddalena 2351. I cinque negozi rispettano lo stesso orario di apertura, da lunedì a domenica dalle 10 alle 21,30.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome