Mercato di Ravenna: Coop Adriatica lancia il progetto

di Alessandra Bonaccorsi

Il Comune di Ravenna ha affidato la riqualificazione dell’Antico Mercato a Coop Adriatica, destinato a diventare il fulcro di un luogo di aggregazione innovativo, multifunzionale, dedicato alle eccellenze enogastronomiche, alla cultura e alla convivialità, e sarà aperto tutti i giorni, fino a mezzanotte.

Coop Adriatica, che prevede investimenti per 7 milioni di euro, si è aggiudicata la gestione della struttura, aperta nel 1921 e ristrutturata una prima volta negli anni ’70, per i prossimi 30 anni; Molino Spadoni sarà suo partner.

Il recupero del Mercato di Ravenna porta la firma dell’architetto Paolo Lucchetta, fondatore di Retail Design, che lavorerà sul recupero degli esterni e la riqualificazione funzionale degli interni, preservando le caratteristiche storiche e artistiche dell’edificio.

05b. p1-front temporary“Il Mercato Coperto è un patrimonio storico e culturale della città -spiega Elio Gasperoni, vice presidente di Coop Adriatica-. Abbiamo il compito, difficile, di preservarlo, valorizzarlo e farlo rivivere. Anzi, vogliamo dare nuova centralità a questo importante spazio non solo commerciale, ma anche di aggregazione e di identità del centro di Ravenna”.

La struttura. Il Mercato Coperto potrà contare su un nuovo ingresso verso via Cavour che lo connetterà meglio all’area circostante. All’interno, verrà realizzato un nuovo piano, portando a circa 4.000 metri la superficie calpestabile, accessibile grazie a due nuove scale di sicurezza, una scala mobile ed un ascensore centrale, un’ulteriore scala pedonale aperta.

02. 3D p0-oblique impAl piano terra troveranno posto un’area che potrà ospitare anche servizi per i turisti, banchi dove acquistare o degustare sul posto le migliori eccellenze del territorio e un piccolo supermercato Coop con prodotti freschi e conservati. Tra gli spazi previsti, bar, cioccolateria, pralineria e gelateria in laboratori artigianali per realizzare a vista i prodotti; una vineria; una birreria pub dove consumare birra fresca non pastorizzata appena fatta; il banco salumi e formaggi, che valorizzerà soprattutto i salumi di Mora Romagnola, razza autoctona allevata allo Stato semibrado sulle colline di Brisighella. Un blocco centrale ospiterà la cucina con piatti classici della tradizione realizzati con la collaborazione dello chef stellato Marco Cavallucci, che già da inizio 2015 è nello staff di Molino Spadoni.

07. 3D int-corte P0_luci

Uno spazio importante verrà dedicato alla pizza, prodotta solo con lievito madre e con farine macinate a pietra e bio, dai  sette cereali al kamut al farro, fino alla nera con carbone vegetale. Biscotti, dolci e focacce  verranno sfornati a vista. I laboratori artigianali produrranno dal vivo anche mozzarella e pasta fresca. La pescheria offrirà principalmente il pescato dell'Adriatico, crudo o cotto al momento, ed il banco macelleria comprenderà anche griglieria. Infine, potranno trovare posto temporary store.

03. 3D p1-oblique imp

Al piano superiore, un’area cocktail-bar e piccola ristorazione, con tavoli e sedute, affiancherà il palco destinato a spettacoli, concerti, presentazioni ed eventi, realizzati, con la possibilità di ospitare fino a 350 persone.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome