Restore Media in rapida crescita nel primo semestre 2020

Primo semestre 2020 con il vento in poppa per Restore Media, la concessionaria di ReStore che gestisce la vendita di spazi pubblicitari all’interno dei siti di eCommerce di diverse insegne della gdo italiana. All’attivo, in questa prima metà dell'anno, la gestione di campagne di digital advertising sui siti del proprio circuito per conto di clienti dell’industria di marca quali Campari, Barilla, Heineken, Henkel, Mondelez, Bolton Group e L’Oreal.

I dati della crescita
L’andamento più che positivo del primo semestre 2020 per la concessionaria di pubblicità trova riscontro nei numeri. Rispetto al secondo semestre 2019, infatti, nella prima metà di quest’anno Restore Media ha pianificato 320 settimane complessive di campagna (+250%) mentre le impression erogate in media per campagna sono salite a 25 milioni (+180%).
Inoltre, gli utenti unici raggiunti hanno toccato quota 2 milioni, (+120%) e la copertura ha raggiunto 160 piazze (+60%).

A ulteriore conferma di un 2020 particolarmente intenso e di crescita figurano le dimensioni raggiunte dal network. Attualmente, Restore Media cura la gestione degli spazi pubblicitari digitali e, in molti casi, lo sviluppo delle piattaforme di eCommerce per i retailer Crai, Tigros, Pam a Casa, Pam Amazon Prime Now, Coop Centro Italia, NonnaISA, Despar Ergon, Despar Maiora, Decò, GM Supermercati, Picard-Gelmarket, Dok (Nonpesa), Splendidi e Splendenti e Flor do Cafè.

Il network
Forte dell’expertise acquisita nel digital grocery, ReStore, azienda leader nello sviluppo di piattaforme digitali per la gdo e la do, ha dato vita ad un network di siti eCommerce dedicato alla food industry e ai centri media per la pianificazione di campagne di advertising. Mission della concessionaria pubblicitaria è l’ottimizzazione degli investimenti dei food brand al fine di attirare l’attenzione del cliente digitale sui propri prodotti.
Il network comprende una ventina di siti di eCommerce della gdo distribuiti sul 70% del territorio nazionale, con un potenziale di circa 40 milioni di consumatori raggiungibili.

Come commenta Ottavio Bardari, director di Restore Media: “Malgrado l’atipicità di un anno che ha stravolto pianificazioni e progetti ovunque, le nostre proposte hanno trovato attenzione e disponibilità alla sperimentazione da parte dei nostri interlocutori della gdp e dell’industria di marca. Questo fa ben sperare per il nostro andamento nei prossimi mesi.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome