Retail specializzato: le strade del rilancio

Se fosse un unico settore, il retail non food sarebbe il primo in assoluto nel nostro Paese per fatturato (302 miliardi di euro), valore aggiunto (52,9 miliardi) e investimenti (6,2 miliardi). Ma in realtà gli manca sia il riconoscimento come settore economico unitario, sia dal punto di vista politico. A questo si aggiungono la crisi socio-economica indotta dall’emergenza Covid-19, che ha colpito fortemente il settore del retail specializzato, e la trasformazione senza precedenti in atto.

In questa cornice è nata la Community Retail 5.0, piattaforma multi-stakeholder di alto livello che punta a elaborare scenari, strategie e policy per il rilancio del retail specializzato in Italia.

Mercoledì 15 dicembre, dalle 10.00 alle 13.00, si terrà l’evento di presentazione dello studio strategico messo a punto dalla Community, che potrà essere seguito in streaming collegandosi a questo sito.

Oltre ad analizzare e proporre ricette per il mercato italiano, la Community punta anche a coinvolgere i vari attori del retail specializzato, i rappresentanti dei Paesi benchmark e le istituzioni europee, in un’ottica di confronto costruttivo e permanente, con l’obiettivo di avanzare proposte al governo e al sistema-Paese.

All’evento parteciperanno i vertici delle aziende partner (Eurocommercial Properties, Euronics, Expert, Gallerie Commerciali Bennet, Grossisti Riunioni Elettrodomestici – Trony, Gruppo Bardelli, Gruppo Teddy, Igd Ssiq, Kasanova, Klepierrre, Magazzini Gabrielli, Unieuro) e rappresentanti delle istituzioni nazionali ed europee, chiamati a confrontarsi sulle priorità d’azione per la filiera estesa del retail in Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome