Retail Summit: immagini dal futuro

Internet è una forza in espansione rapida, nel 2020 la spesa digitale varrà 3,7mila mld di $”.
Così Alberto Zunino, Boston Consulting Group, al Consumer & Retail Summit 2015, arrivato alla sua nona edizione. In meno di dieci anni abbiamo assistito a un forte cambiamento, proprio l’online è sempre più protagonista della giornata serrata dei lavori, che vede tutto il gotha del largo consumo e del retail riunirsi sotto lo stesso tetto. Un online che prende il palco da pari a pari, non nemico, ma nemmeno amico, “Un competitor come tanti altri” come ha sottolineato Francesco Pugliese. Nel contempo, stando a Nutys di Amazon, la definizione retailer non basta più: “20 anni fa eravamo librai, oggi siamo un b2b e una consumer company”. Ebay forte di una presenza decennale in Italia ci ha raccontato della sua vetrina sul food made in Italy e del recente accordo con Confcommercio, con lui hanno sfilato Ikea e made.com, Coop e il Mercato Metropolitano, le famiglie di Coralis e i Beacon di Interdis. Tradizione e innovazione, un parterre che racconta da solo di un’evoluzione già avvenuta e che non ha nessuna voglia (per fortuna) di fermarsi .

CONDIVIDI
Articolo precedenteGli spin-off del discount
Articolo successivoApple spinge sullo shopping via mobile
Amo il cambiamento e lo vivo con passione, mi occupo di marketing e retail da quindici anni, ho diretto on e off Gdoweek e da qualche tempo anche Mark UP, prima ho seguito con altrettanta passione cinema e lifestyle, ho scritto di moda e di ristoranti, ho lavorato per la televisione e per la radio, ho vissuto almeno tre vite e nessuna mi ha annoiata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome