Sainsbury’s lancia nuova iniziativa contro lo spreco alimentare

Un progetto da complessive 10 milioni di sterline (quasi 14 milioni di euro) per gestire lo spreco alimentare nelle case. Con questa iniziativa Sainsbury’s sta cercando una città inglese per testare la sua nuova campagna sperimentale “Waste Less, Save More” presentata oggi e che punta già dal 2016 a coprire la prima location (città e punto di vendita) sul territorio inglese e per la la quale allocherà almeno 1 milione di sterline.

Lo spreco alimentare delle famiglie è un tema molto caro al consumerismo europeo, senza distinzioni ormai tra nord Europa e paesi mediterranei. In Gran Bretagna sta diventando un problema crescente che pesa almeno 7 milioni di tonnellate fra alimenti e bevande buttate via ogni anno, con una media di spreco per famiglia di circa 700 sterline annuali. Secondo  l'edizione 2012 di Household Food and Drink Waste (Wrap) sarebbero addirittura 15 milioni le tonnellate sprecate annualmente dai consumatori inglesi, fra alimenti e bevande.

Sainsbury’s sta cercando una location in una città con una popolazione tra 15.000 300.000 abitanti nella quale individuare un suo supermercato nel raggio di 5 miglia.

Sinergia con le amministrazioni locali

La catena guidata da Mike Coupe (foto) ceo di Sainsbury’s , lavorerà a stretto contatto con l’amministrazione cittadina per concepire un piano di investimento annuale che includerebbe anche innovazioni come i bidoni parlanti ("talking bins") che suggeriscono vocalmente il tipo di rifiuto che si deve buttare, o come la creazione di nuove confezioni per mantenere la freschezza e prolungarla nel tempo.

“Ognuno di noi ha un ruolo importante nel ridurre gli sprechi alimentari e non posso che congratularmi con il tentativo di Sainsbury’s di sperimentare nuove soluzioni per affrontare e gestire questo problema nazionale –è il commento di Rory Stewart, il ministro dell’ambiente – Waste Less, Save More crea una sinergia tra la catena leader nei supermercati inglesi e le comunità locali per generare idee e progetti concretamente finalizzati a dare risposte specifiche sul territorio”.

 

1 commento

  1. I am no longer sure the place you’re getting your info, but great topic. I needs to spend a while studying much more or understanding more. Thanks for wonderful info I was on the lookout for this info for my mission. gbekeadcdffaaebk

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome