Realtà di riferimento nell’eldom per il sud Italia, Siem ha 31 punti di vendita diretti a insegna Euronics, soprattutto in Puglia, ma con sviluppo che punta anche in altre regioni come Abruzzo, Basilicata, Marche e Molise. Alla rete diretta si affiancano 80 negozi in affiliazione. Siem ha una quota di mercato regionale sopra il 40%, ma la ponderata è anche superiore in alcune aree della regione: “Traguardi possibili -aggiunge Raffaele La Torre, amministratore delegato di Siem e vice presidente di Euronics- anche grazie alla collaborazione dei nostri oltre 800 dipendenti e ai costanti investimenti in aree strategiche come la logistica, che in Siem può contare su una piattaforma avanzata di oltre 20.000 mq e numerosi mezzi di proprietà”.

Raffaele La Torre, amministratore delegato di Siem e vice presidente Euronics

Il nucleo originario dell’attuale Siem nacque negli anni Sessanta con l’apertura del primo negozio a Foggia da parte del padre di Raffaele, Matteo che, negli anni successivi, “ha saputo cogliere con grande lungimiranza i cambiamenti nel mondo del commercio e nel canale eldom in particolare -come ci racconta Raffaele La Torre-. Determinante per la crescita è stata l’apertura già negli anni ‘90 di un punto di vendita di grandi dimensioni (2.000 mq) che anticipava quello che sarebbe diventato il format vincente dei negozi di elettronica con l’inserimento di nuove categorie come i prodotti informatici e la telefonia”. Altra tappa significativa, l’entrata in Get Italia nel 1997, una delle prime realtà consortili del mercato, diventata, nel 2001, Euronics.

Com’è evoluto il presidio delle aree geografiche?
La nostra rete diretta vede oggi 23 punti di vendita in Puglia, 2 in Basilicata, 3 in Abruzzo, 2 in Molise e dal febbraio 2020 siamo anche nelle Marche con un negozio. Un piano di sviluppo che parte da lontano e che è stato guidato, in una prima fase, dalla volontà di rafforzare la società conquistando nuovi territori e quote di mercato, sfruttando la progressiva crescita dell’elettronica di consumo. Con il consolidamento e la razionalizzazione del canale eldom le nostre scelte di sviluppo sono cambiate. Oggi siamo più attenti alla valutazione delle potenzialità che può esprimere un territorio e del ritorno sugli investimenti delle nuove location, sempre e comunque all’interno delle aree di sviluppo concordate con il Gruppo. Oltre all’ampliamento della rete, tra gli obiettivi principali di Siem c’è quello di portare (o riportare) l’insegna Euronics in bacini non presidiati.

Piani di sviluppo per il 2022?
Premetto che in quest’ultimo durissimo anno e mezzo, nonostante le molte problematiche generate dall’emergenza Covid19, abbiamo deciso di non chiudere nessun punto di vendita, neanche per un giorno. Questo ha comportato un grande impegno per assicurare la totale sicurezza dei nostri dipendenti e offrire alla clientela un servizio di qualità, anche nelle settimane di lockdown, rispondendo al meglio alla richiesta di prodotti indispensabili per attività come studio e lavoro da casa (Dad e home working).

Nello stesso tempo abbiamo continuato a investire rinnovando la server farm, tutti i carrelli elevatori, installando nei nostri store tre grandi videowall, in sostituzione delle insegne, per proiettare immagini, video, promozioni e altri contenuti. Abbiamo introdotto le etichette elettroniche, rinnovato totalmente lo store di Monopoli (Ba) e inaugurato due nuovi punti in affiliazione, uno a Nardò e l’altro a Presicce, entrambi in provincia di Lecce.

Entro primavera 2022 prevediamo il restyling di altre tre unità (Molfetta, Campobasso e Foggia) e due nuove aperture, una in Puglia a Trani, e la seconda in Abruzzo, a Chieti, oltre all’inaugurazione della nuova sede di Siem. Il piano di sviluppo conferma la volontà di ampliare la rete dei nostri negozi, rafforzare la capillarità territoriale e, al contempo, aggiornare i punti di vendita già aperti, per rispondere alle esigenze di una clientela in continua evoluzione.

Quanto rappresenta la rete indiretta?
Circa il 16% del fatturato. Lo sviluppo della rete indiretta è tuttora uno degli obiettivi prioritari: questi negozi sono un valore aggiunto perché, grazie ai nostri affiliati, siamo in grado di presidiare un numero maggiore di bacini d’utenza con la stessa filosofia di servizio e di vicinanza alla clientela che ci ha sempre contraddistinto. Siem supporta queste realtà commerciali con un team consulenziale dedicato (1 capoarea e 7 agenti/consulenti), che ci ha permesso una piena condivisione delle nostre scelte e strategie, anche nei mesi più complessi della pandemia.

Come vede l’andamento del mercato?
I dati dei primi sette mesi 2021 tracciano una crescita del sell out a doppia cifra in quasi tutte le categorie. Lo dimostrano anche il miglioramento del prezzo medio e del mix di vendita. Alcuni prodotti, come i televisori, vanno a incrementi molto vivaci e le vendite continuano a crescere, supportate dal bonus per il passaggio al nuovo digitale.

Altre categorie di prodotto, come i pc, vivono un calo fisiologico dal momento che nel 2020 abbiamo raggiunto volumi di vendita strepitosi, difficili da eguagliare. In questo contesto, Siem viaggia in linea con la media del mercato, malgrado una lieve sofferenza negli approvvigionamenti, a causa dei ben noti problemi di disponibilità di alcune componenti a livello mondiale.

Quali sono le categorie in cui Siem performa meglio?
L’audiovideo, in particolare i televisori, sostenuti dallo switch off e dall’introduzione del bonus rottamazione. Anche la climatizzazione è andata molto bene, grazie a un’estate particolarmente calda. Risultati cui ha contribuito fortemente l’ottimo rapporto costruito negli anni con i brand, che ci hanno sostenuto e continuano a sostenerci con gli approvvigionamenti.

Il ruolo dei servizi in questo nuovo contesto?
Più si facilita e semplifica il processo d’acquisto, maggiori le possibilità che il cliente ritorni. Diventa quindi strategico il ruolo dei servizi al consumatore, o almeno lo è per Siem.

Oltre alla consegna, l’installazione, l’estensione di garanzia, i finanziamenti personalizzati e alla configurazione dei televisori, abbiamo ampliato l’offerta di accessori in tutte le categorie, mobilità elettrica inclusa, e reso disponibile il servizio di trasferimento dati e di personalizzazione delle cover per i device mobile. Abbiamo aperto in 4 punti di vendita uno spazio per la riparazione degli smartphone, servizio che estenderemo ad altri store nei prossimi mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome