A Perugia e provincia si progettano importanti aperture di grandi superfici

Retail

A Perugia, si guarda con interesse all'incremento delle grandi superfici. Lars Petersson, Ad di Ikea Italia, ha confermato a Il Sole24 Ore, l'interesse del gruppo di approdare in Umbria entro il 2014. Sembrano ormai risolte, le beghe giudiziarie sull'area interessata dall'insediamento a San Martino in Campo. L'apertura di Perugia, fa parte del piano di investimenti da un miliardo di euro, stanziato dal gruppo svedese per nuove aperture nel prossimo trienno. Oltre a Perugia, aprirà a Pescara (2012), Pisa (2013) e un terzo pdv a Roma nel 2014.

Piano regolatore e viabilità
Il capoluogo umbro, resta una meta ambita anche per Decatlon, che ha ottenuto da tempo l'autorizzazione, con tanto di variante al Piano Regolatore soprattutto in fase di viabilità, per l'apertura di un primo pdv.
Il megastore del tempo libero e dello sport sarà realizzata a confine con il Comune di Corciano, all'altezza delle Quattro Torri, sfruttando una porzione di terra fino ad oggi mai edificata nell'area di Olmo.

I tempi, considerando la Valutazione ambientale Strategica (Vas) che verrà redatta in casa e non più in Provincia, per la definitiva approvazione del progetto da parte del Consiglio comunale, ragioniamo intorno alla fine del 2012 e presubilmente potrà essere inaugurata nel 2013.

Gualdo Tadino
Tra i nuovi progetti, via libera a Gualdo Tadino, al progetto Il Granaio. Un polo commerciale-direzionale, il cui piano di iniziativa pubblica-privata, prevede un investimento complessivo di 10 milioni di euro. Il piano terra della futura struttura (con una superficie che si attesta sui 2500 metri quadrati) sarà destinata ad attività commerciali: un supermercato, una media struttura di vendita e circa 5 negozi. Il resto della struttura, verrà occupato dal centro direzionale (uffici, ambulatori, laboratori e punti ristoro).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome