Bialetti realizza il piano di sviluppo all'insegna della sostenibilità grazie all'iniezione di liquidità derivante dal prestito obbligazionario da 10 milioni di euro sottoscritto da Illimity Bank che ha inoltre perfezionato l’acquisto di crediti unsecured per complessivi 36 milioni di euro di valore nominale lordo, pari al 55% del totale dei crediti unsecured. A Illimity fa capo un analogo prestito obbligazionario (Secured Floating Rate Notes due 2024) emesso nel 2019 per nominali 35,8 milioni di euro. Ma lasciamo le technicalities finanziarie per entrare nel discorso, un po' più seducente, delle strategie industriali.

Il riposizionamento del marchio Bialetti è ancorato alla storia ultracentenaria  dell’azienda (gli inizi risalgono al 1919) e a quella della Moka Express, inventata da Alfonso Bialetti nel 1933 e diventata nel tempo un’icona di design. La strategia Bialetti valorizza il portafoglio prodotti, l'ingresso nella categoria del caffè macinato per la moka con il lancio del Perfetto Moka e la penetrazione del sistema chiuso proprietario di macchine e capsule per la preparazione del caffè espresso. Per concretizzare questi obiettivi in un contesto altamente competitivo, il piano di Bialetti prevede investimenti industriali e di comunicazione per modernizzare e migliorare le performance del gruppo.

Le azioni (principali) per la sostenibilità

Il piano di sviluppo ha tutti gli ingredienti per garantire all’azienda la sostenibilità finanziaria a lungo termine, ma include anche un programma di sostenibilità ambientale che ha già visto interventi sul packaging (riduzione della plastica per 16 tonnellate/anno, utilizzo di carta e cartone riciclati al 95% per Moka Express), l’adozione di un sistema di Energy Data Management con conseguente riduzione dei consumi energetici fino al 7%, l’ottenimento della certificazione SA8000 nel novembre 2021 e, per il futuro, lo studio di un packaging circolare per il Perfetto Moka, la certificazione Rainforest Alliance su parte del caffè acquistato e una nuova macchina espresso con il 50% di plastiche riciclate.

Riprendendo le parole di Egidio Cozzi, amministratore delegato, “Bialetti è un gruppo che cresce in modo sostenibile, che valorizza la propria storia e la straordinaria potenza del brand: questa è oggi Bialetti, un’azienda che può concentrarsi sugli obiettivi di business, di sostenibilità e di benessere delle persone, anche grazie al supporto fondamentale di illimity”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome