Bridge: a Zurigo il format flessibile di Migros

ph di Love Weber

Migros, tra i più importanti retailer attivi in Svizzera, lancia il format Bridge sviluppato da Interstore | Schweitzer. Il concept store segue tre linee guida: freschezza, gastronomia, event location. Il punto di vendita, esteso su una superficie di 2.000 mq, si trova a Europaallee, vicino alla stazione principale di Zurigo.

Questa struttura è basata sul principio Flexstore. A riguardo Bernhard Schweitzer, Ceo e proprietario di Interstore | Schweitzer, spiega: “Uno dei vantaggi decisivi del Flexstore consiste nella sua longevità, dovuta all’arredamento mobile, che può essere rinnovato e riutilizzato per 8-10 anni. In questo modo si risparmiano tempo, denaro e risorse preziose”.

Una struttura flessibile, quindi, adattabile alle necessità. Per Migros si tratta di una nuova insegna che già nel nome intende sottolineare l'importanza di creare un ponte, un collegamento strategico tra consumatori e produttori locali ma anche una location che funga da crocevia per i viaggiatori in transito e per i collegamenti ferroviari della vicina stazione cittadina.

L'idea alla base di questo format è, infatti, quella di fornire uno spazio dedicato al buon cibo in grado di esaltare le produzioni locali con una grande varietà assortimentale.

Le caratteristiche del punto di vendita Bridge

La struttura si sviluppa su doppio livello con una proposta di prodotti freschi, ampio spazio alla gastronomia e alimenti confezionati. La caratteristica dello store è certamente la versatilità. A parte le postazioni di cottura fisse, tutti gli altri elementi di arredo sono mobili e flessibili. Questo formato tipico infatti consente ai rivenditori di adattare la disposizione del negozio in base alle proprie esigenze, spostando i moduli, una caratteristica ideale per pop-up, eventi stagionali e affitto temporaneo a ristoratori e produttori esterni.

Al piano superiore si trova il Food Lab, una sala con moduli di cucina componibili, che può essere affittata per eventi privati o aziendali, con o senza chef, e dove si possono organizzare corsi di cucina. C'è anche un palco mobile, sul quale nel prossimo futuro si svolgeranno concerti e serate di cinema. Nel bistrot interno sono presenti chef per la preparazione instore dei piatti e specifiche aree di ristorazione per degustare i prodotti o concedersi una pausa.

Il rispetto per l'ambiente

In termini di sostenibilità sono stati utilizzati esclusivamente materiali certificati Fsc. Inoltre, ogni mobile installato in modo permanente ha superato i test richiesti in Svizzera per soddisfare gli standard Sgni. I temi della sostenibilità e della regionalità sono stati seguiti anche nella selezione dei brand partner svizzeri rappresentati. Si trovano quindi il caffè di produzione sostenibile di ViCafe, i saponi fatti a mano di Circle Soaps, i dolci vegani di Lola's Vegan Kitchen e il pane del re delle baguette Seri, tutto rigorosamente di coltivazione o produzione svizzera. Anche i marchi gestiti da Bridge, come Marktgrill, Bistro e Bridge Bar, si inseriscono in questo contesto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome