In un settore competitivo e sempre più complesso, Bruno SpA conferma da tre generazioni il suo ruolo di retailer di riferimento nel mercato eldom siciliano, oltre che un esempio di dinamismo imprenditoriale. La città di Catania ha voluto riconoscere questi traguardi intitolando una piazza a Domenico Bruno che nel 1936, con l’apertura di un primo negozio con la moglie Palmina Finocchiaro, ha avviato il percorso di crescita che porta oggi il socio Euronics a contare un fatturato di 340 milioni di euro, oltre 800 collaboratori e oltre 30 punti di vendita attivi anche oltre i confini siciliani, precisamente in Calabria, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con piani di ulteriore sviluppo.

L’affetto di Bruno per Catania, donde ha preso il via il suo sviluppo, è confermato dal finanziamento dei lavori di riqualificazione dello slargo pedonale antistante lo storico punto vendita di Bruno, in via Luigi Rizzo, nelle immediate vicinanze della piazza intitolata al suo fondatore. Un investimento con cui il retailer ha voluto valorizzare un luogo strategico, nei pressi del quale ogni giorno si svolge il mercato rionale della città e che si distingue da sempre come grande crocevia commerciale. Bruno ha sostenuto i lavori per il ripristino del manto stradale, per l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione che renderà la zona più sicura e per la creazione di piccole oasi di verde.

"Ringraziamo vivamente il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese –commentano Claudia Andronico e Diego Crisafulli, amministratori delegati della società- tutta l’Amministrazione comunale e la commissione toponomastica di Catania per il prestigioso riconoscimento dato a nostro nonno Domenico Bruno che, insieme alla moglie e nostra nonna Palmina Finocchiaro, ha fondato la società Bruno. Entrambi i nonni, dal 1936, hanno tramandato a tutti noi i valori di una vita esemplare, con la consapevolezza che lavorare alla Bruno significa far parte di una grande famiglia con le sue soddisfazioni di cui fare tesoro e difficoltà da superare".

"La nascita di piazza Domenico Bruno –aggiunge il sindaco Pogliese– rappresenta un esempio virtuoso di cooperazione tra pubblico e privato in favore del territorio. La nostra amministrazione ha sempre mantenuto attivo il dialogo con gli imprenditori, puntando a raccogliere le loro istanze, ma soprattutto a valorizzarne i progetti. Venerdì 14 maggio celebreremo questo scambio che, davvero in poco tempo, ha portato a dei risultati straordinari come quello dei lavori, a seguito dei quali restituiremo ai cittadini uno slargo pedonale riqualificato ed ammodernato. Tutto questo senza trascurare la storia della famiglia Bruno che a quel luogo ha dedicato tutta la sua vita".

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome