Camicissima, 440 negozi in Cina entro il 2020

Da qui al 2019 Camicissima, marchio e insegna molto noti in Italia nella camicieria maschile, aprirà oltre 400 negozi in Cina. Il progetto è sancito dall'accordo distributivo firmato con il gruppo cinese Zhejiang Baoxiniao Garment Co. Ltd, uno dei maggiori gruppi cinesi specializzati nella produzione e vendita di abbigliamento (in foto: da sinistra: Mario Boselli, presidente Camera della Moda Italiana, Wu Zhi Ze, titolare di Zhejiang Baoxiniao Garment e Fabio Candido, presidente di Fenicia-Camicissima).
L'accordo prevede l'apertura di  440 punti vendita entro fine 2019 (esattamente 7 anni dopo l'inaugurazione della prima vetrina cinese) con un calendario piuttosto fitto: 35 store nel 2014; 45 nel 2015; 60 nel 2016; 80 nel
2017; 100 nel 2018 e, per finire, 120 nel 2019.

Aperture
Camicissima è entrata nel mercato cinese a fine 2012 con la prima apertura a Shanghai, nel Takashimaya Department Store.
Sempre nel 2012 ha costituito Camicissima Shanghai Trading Co. Lts per supportare lo sviluppo nel mercato cinese. La società, di diritto cinese, è comunque detenuta e controllata interamente da Fenicia SpA e ha sede a Shanghai.

Finora Camissima e il suo nuovo partner cinese hanno aperto 15 negozi Camicissima in Cina: a Shanghai, Nanjing, Hangzhou, Guangzhou e Shenyang.

 

 

In esclusiva
L'accordo prevede la concessione in esclusiva a Zhejiang Baoxiniao Garment per 25 anni dei diritti di distribuzione del marchio Camicissima in Cina , e la gestione del canale e-commerce.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome