Carrefour Italia: “Rapporti più diretti, semplici e veloci con i fornitori”

Triplicare le vendite dei freschi, raggiungere 5 miliardi di vendite di prodotti bio e ridurre gli imballaggi. Sono gli obiettivi evidenziati da Christophe Rabatel, Ceo di Carrefour Italia, in occasione dell'incontro nell'ambito del programma All4Climate, Italy 2021, promosso dal Ministero della Transizione Ecologica e da Connect4climate della World Bank, con la partecipazione della Regione Lombardia e del Comune di Milano, in vista dei lavori preparatori della COP26 e per promuovere il 2021 come l’anno della transizione climatica.

La transizione alimentare rappresenta una scelta inevitabile per contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici, per tutelare il nostro pianeta e per favorire un consumo più responsabile -commenta Rabatel-. La gdo ha un ruolo centrale per la promozione di questo cambiamento radicale e per questo, noi di Carrefour, vogliamo essere un punto di riferimento per l’intera filiera, promuovendo momenti di confronto e di scambio virtuoso. In questo processo, si inseriscono Le Settimane della Transizione Alimentare, che coinvolgono tutta la catena del valore, dai nostri fornitori”.

Per quanto riguarda il rapporto con i fornitori, il ceo di Carrefour Italia ha sottolineato l'importanza di avere contratti più semplici (di solo due pagine) con i produttori locali e, se possibile, anche legati a un unico negozio in modo da garantire termini di pagamenti di sette giorni.

In termini assortimentali Carrefour ribadisce il suo impegno evidenziando i risultati ottenuti attraverso l'adozione di packaging sostenibili come nel caso del lancio delle bevande a base di frutta da un litro in confezione di brick in carta. “Questa soluzione -prosegue Christophe Rabatel- ci ha permesso un risparmio del 75% di CO2. È la dimostrazione che la sostenibilità si concretizza con le buone pratiche”. Anche nel settore tessile Carrefour ha sviluppato attività che rientrano in questo ambito. Ne è un esempio l'introduzione del tessile sostenibile inserito in assortimento nei propri store, come raccontato in questo articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome