Carrefour si aggiudica il “Good Energy Award 2015”

Carrefour Italia per la categoria “Terziario” è il vincitore del premio Good Energy Award 2015, insieme a Melinda (Cles-Trento) per la categoria “Industria”, il Comune di Vigodarzere (Padova) per “Pubblica Amministrazione e Pubbliche Utilities” e Sinapsi Tech (Bastia Umbra-Perugia) per le “Start-up.

Tra le oltre 50 aziende candidate, la Giuria ha individuato tre finaliste per la categoria Industria (Melinda, Azzurra ceramiche e Edimare), tre per il Terziario (Thun Logistic, Innowatio e Carrefour Italia), altrettante per la Pubblica Amministrazione (Cap Holding, Comune di Vigodarzere e Ospedali Riuniti di Ancona).

Gruppo Carrefour Italia è presente con la sua rete di prossimità e grandi superfici (1.136 punti vendita, al 30/6/2015) in 19 regioni italiane, e impiega più di 20.000 collaboratori. Il giro d’affari 2014 (4,688 miliardi di euro) lo colloca nel 2015 al terzo posto nella graduatoria delle imprese distributive centralizzate non associative, e al secondo se ci limitiamo alla sola Gd.

Considerando che la bolletta elettrica assorbe oltre il 90% dei consumi energetici dei punti di vendita (è la seconda voce di costo nella gestione caratteristica, dopo il personale), Carrefour, come quasi tutti i gruppi della distribuzione, ha sviluppato di necessità (e non solo per platoniche aspirazioni eco-sensibili) uno spiccato orientamento ai temi ambientali: l’obiettivo entro il 2020 è ridurre del 30% i consumi energetici per mq rispetto al 2005, e del 40% le emissioni di CO2 in confronto al 2009.

Per esempio, le tecnologie eco-sensibili in Piazzale Siena sono di 2 tipi: l’utilizzo per i banchi frigo di gas non chimici, ma naturali che hanno un impatto ambientale 3.800 volte inferiore al gas chimico degli impianti tradizionali; e illuminazione full led che riduce i consumi elettrici del 70% (in sostituzione alla fluorescenza tradizionale).

Il premio è stato realizzato con il contributo di Bosch e Fercam e il supporto scientifico, fra gli altri, del Ministero dell'ambiente, Gse, Università degli studi di Trento, Fiper (Federazione italiana per la produzione di energie da fonti rinnovabili).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome