Coal: la crescita della rete

La cooperativa marchigiana, che ha chiuso il 2019 con un fatturato che ha superato la soglia dei 250 milioni di fatturato con una crescita del 6,9% rispetto al 2018, continua il programma di sviluppo. Coal ha realizzato dieci aperture nei primi 6 mesi del 2020. “Quest’anno -spiega l’azienda- si evidenzia la partenza e pieno regime, con la centralizzazione delle carni, della piattaforma Agroalimentare di Mosciano Sant’Angelo in provincia di Teramo. Ortofrutta, surgelati, carne e presto il pesce. Una modernissima struttura a supporto della crescita del gruppo”.

Il presidente Carlo Palmieri sottolinea: “i dati di bilancio testimoniano una crescita che si consolida anno dopo anno e che conferma il successo del modello di business adottato dalla cooperativa, assolutamente coerente con le esigenze dei soci imprenditori e del territorio in cui operano. Con la sua rete di vendita che conta oltre 350 punti di vendita in 6 regioni nel 2019 ha espresso un fatturato alle casse di oltre 400 milioni con un incremento delle vendite di circa il 3% a rete omogenea sul 2018”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome