Coin a sostegno di Oxfam contro la povertà

La raccolta fondi avviata da Coin nei negozi di tutta Italia, attiva dal 27 novembre al 24 dicembre, mira a sostenere le attività di Oxfam impegnata nel contrasto alla povertà e alle disuguaglianze e in auito alle persone più bisognose. Questa campagna, che si avvale della presenza di volti noti, si svolgerà attraverso tre modalità: tramite donazioni sulla pagina Oxfam dedicata al progetto, sul sito di Coin, tramite la presenza dei volontari Oxfam presenti negli store della rete sul territorio italiano.

Il 100% delle donazioni raccolte online e attraverso i volontari sosterranno le attività di Oxfam di lotta alla povertà. Il progetto si inserisce nell’ambito di una partnership di durata triennale che vedrà Coin al fianco di Oxfam in molte iniziative.

I sostenitori di questo progetto sono tanti: Ilaria D’Amico, Ambasciatrice Oxfam e a Andrea e Sandra Berton, Andrea Casalino, Carlo e Rosa Cracco, Carlotta Marioni, Davide Diodovich, Elisa Motterle, Elisa Taviti, Giulia De Lellis, Giulia Accardi, Marco Agostino, Marica Pellegrinelli, Martina Arduino, Massimo Serini, Michela Proietti, Mimosa Misasi, Sarah Spaak, Viviana Volpicella.

Le dichiarazioni

Pur nella distanza non possiamo dimenticare chi vive in una situazione di inimmaginabile difficoltà -dice Roberto Barbieri, direttore generale di Oxfam Italia-. Persone che non riescono a provvedere a sé stessi e alla propria famiglia; ragazzi che trovandosi in condizioni di svantaggio, da soli, possono non avere la forza di proseguire gli studi; cittadini stranieri che non trovano l’aiuto necessario per completare il loro processo di integrazione nel nostro paese. Di fronte a tutto questo, ogni donazione potrà fare la differenza”.

Vogliamo essere vicini ai territori giorno dopo giorno, diventando sempre più un punto di riferimento nelle città in cui siamo presenti -afferma Roland Armbruster, Ad di Coin spa-. Abbiamo dato avvio ad una partnership a lungo termine, che non si esaurisce con il Natale, con l’obiettivo di dare un segnale forte e di portare con continuità il nostro contributo a sostegno delle fasce di popolazione più deboli”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome