Così la IV gamma cerca freschezza e innovazione

Un comparto che deve ruotare rapidamente e non può produrre grossi volumi, la cui competitività è sempre più presidio di aziende industrialmente strutturate, complice la nuova legge sulla sicurezza in vigore da agosto 2015. Questa è la IV gamma, per sua stessa natura predisposta alla ricerca di nuove strategie spesso a carattere temporary, che puntano ad allargare il consumo oltre l’aspetto commodity su un ristretto numero di famiglie a diversi target group.

Per dare vitalità al reparto arrivano a scaffale referenze interpreti di occasioni particolari, festività e periodi stagionali che partono da una trasformazione del packaging, così come prodotti arricchiti da una personalità territoriale e caratteristiche funzionali. 6° INSALATA NATALE 2015 adult OK

 

 

Il brand Dimmidisì risulta particolarmente rappresentativo in tal senso, grazie al progetto di comunicazione avviato nel 2011 da La Linea Verde attraverso l’Insalata del Tricolore, pensata per celebrare i 150 anni di Unità nazionale, e proseguito fino ad oggi. Tra gli eventi tratti ad ispirazione le Olimpiadi e l’Esposizione Universale con la referenza I love Milano 2015, arrivando alla neonata Insalata delle Feste, appena lanciata per il Natale in quattro confezioni diverse.

PausaPranzoInForma-BulgurQuinoaPedonDi questa estate è anche l’iniziativa di co-branding tra Pedon e Ortoromi, che abbina cereali e legumi del primo ai prodotti orticoli del secondo ampliando la linea Pausa Pranzo all’insegna di un consumo rapido e frammentario, ma sempre più legato a benessere e varietà.

Rizzoli_insalate_regionali_EsselungaUlteriore esempio sulla stessa scia, in questo caso dall'accento local, per quanto riguarda Rizzoli-Emanuelli, che a luglio ha lanciato l’insalata di filetti di tonno alto di gamma abbinata con verdure e legumi selezionati e riproposti secondo ricette gastronomiche regionali, a partire da Liguria e Toscana.

Si tratta di interessanti evoluzioni che sperimentano una costante innovazione e che, prevedibilmente, oltre la verdura arriveranno a coinvolgere maggiormente anche la frutta.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome