Despar Italia: nuovo Dg e obiettivi 2021

Si guarda con ottimismo al futuro in casa di Despar Italia, un po' per un certo ottimismo naturale connaturato, un po' perchè i risultati continuano ad essere positivi, a dimostrazione di stare seguendo strategie distintive e differenzianti, destinati a portare ulteriori vantaggi.

"Un anno difficile, ma comunque denso di soddisfazioni - dichiara Lucio Fochesato, direttore generale di Despar Italia, prossimo alla successione per raggiunti limiti di età-. Lo dicono i numeri: abbiamo aperto 50 nuovi negozi, investito 90 milioni in sviluppo e ristrutturazioni, incrementato le vendite al pubblico del 3,5%, la quota di mercato delle nostre mdd è del 20,5% e il valore in acquisto è aumentato del 6%, per un totale di 375 milioni. Performance che ci fanno prevedere di chiudere il 2020 con un fatturato di oltre 3,74 milioni di euro".

Risultati che, secondo Fochesato, confermano il valore della strategia messa a punto negli ultimi tre anni basata sulla reputazione, lavorando su tre elementi: insegna, prodotti e territorio, concetti che, concretamente, evidenziano il rapporto che Despar italia intende realizzare per affermare la propria distintività e il proprio valore di marca.

 

Obiettivi 2021

Per il prossimo anno, pur nella complessità del contesto economico, che si spera in miglioramento, Despar punta a una ulteriore crescita delle vendite del 3%, per raggiungere un fatturato ancora più vicino ai 4 miliardi di euro. Lo sviluppo rimane una parola chiave, con aperture (nuove e ristrutturazioni) che coinvolgeranno tutto il Paese anche se si concentreranno in Emilia Romagna e Abruzzo.

Previsti anche importanti investimenti in comunicazione (televisiva, su radio, stampa e digitale) per sottolineare il valore della marca Despar e farla diventare una tra le prime dieci riconosciute dal consumatore. In quest' ottica è stata rinnovata la campagna pubblicitaria con il relativo claim per evidenziare il nuovo posizionamento che ha il suo elemento core nella valorizzare la scelta verso un'insegna, una marca caratterizzata da vicinanza al territorio, attenzione all'ambiente, alla salute e al benessere dei clienti, come dei collaboratori e dei fornitori.

Un nuovo direttore generale

La presentazione dei risultati è stata anche l'occasione per presentare il nuovo direttore generale che entrerà in carica, a pieno titolo, dal prossimo 1 gennaio: si tratta di Filippo Fabbri, un'esperienza variegata tra beni di largo consumo e retail, che ha dichiarato: "Ringrazio il presidente e i soci del consorzio Despar Italia per la fiducia e la responsabilità assegnatemi, sono molto entusiasta di questa nuova sfida. Despar è un’insegna forte, vicina al consumatore, caratterizzata da una identità valoriale ben precisa e il mio intento è di continuare a sviluppare il ruolo di Despar come punto di riferimento per i clienti, valorizzando la nostra private label e rafforzando la reputazione dell’insegna”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome