Editoriale: “Dal 2004 è cambiato il mondo, così come il cliente. Solo IDM e GDO non se ne sono accorti (o fingono)” @mgasbarrino

lazzatiNell’interrogarci sui rapporti industria e distribuzione, annoso problema che contraddistingue il settore del largo consumo, non passa inosservato come per molti retailer il ragionamento stia spostandosi dalla marca al prodotto. Se in passato si chiedeva ai produttori di sostenere lo scaffale prima con attività di comunicazione, poi con attività promozionali, oggi possiamo forse dire che, su quel lato, si è chiesto tutto e si è avuto oltre il tutto, anche qualcosa che sarebbe stato meglio non chiedere.

Gdo01-2016_Editoriale_twitLa marca si è piegata, ha fatto quanto richiesto e ha perso valore, non tanto agli occhi del cliente finale, ma a quelli dei buyer della gdo. I distributori non più hanno paura a “fare marca”, non scopiazzano più, aprono boutique ad essa dedicate, giocano di fioretto con il gourmet, con il fresco. Le carte buone le hanno in mano, ma qualcuno ha detto che il tavolo è cambiato … non più poker ma scacchi. Forse è meglio dargli retta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here