#Euroshop2020 Rfid dal magazzino al checkout

Dalle antenne Eas che integrano il digital signage alle etichette applicabili sul metallo, ma a dominare allo stand di Checkpoint è la soluzione Rfid

I tag Rfid trionfano a Euroshop, li si trova ovunque, magari abbinati ad altre tecnologie ma sempre presenti, e nel caso di Checkpoint Systems viene coperta tutta la filiera Rfid dal magazzino al checkout.

Soluzioni Rfid dal magazzino al checkout

I retailer sono a caccia di partner tecnologici capaci di fornire una soluzione, quindi di aggregare anche aziende, sistemi, tecnologie diverse per risolvere una questione posta dal retailer senza che questo debba, da solo, costruirsi un know how e rivolgersi a molti interlocutori diversi. A Euroshop ce lo siamo sentito dire spesso, quindi non stupisce trovare aziende che mettono in pratica questa aspirazione.

Checkpoint Systems propone quindi di curare tutto quanto concerne lo Rfid, dalla sua creazione, anche su misura per le specifiche esigenze, all'inserimento del tag nel capo o nel prodotto, fino al magazzino dove il tag viene riconosciuto e conteggiato (e qui interviene il software Halo, che permette di gestire l'omnicanalità), al negozio dove viene acquistato e preferibilmente non viene rubato (grazie alle antenne antitaccheggio) ma passa in cassa e arriva in mano al cliente.

Le novità a Euroshop 2020

Ecco in video le novità presentate in fiera, dal tag che si fa leggere anche se nel prodotto o nel pack c'è il metallo fino alle antenne con digital signage. Ce le mostra Alberto Corradini, business unit director Italy di Checkpoint Systems.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome