Fileni compra il mangimificio di Cargill a Jesi

Produttori

Sta per essere formalizzata l’acquisizione del mangimificio Cargill di Jesi da parte di Fileni.
In questo modo Fileni raggiunge due importanti obiettivi: il salvataggio di una realtà produttiva a rischio dismissione, e il conseguimento del completo controllo su tutti i passaggi della propria filiera produttiva. Una filiera che ingloba, con il mangimificio, il fondamentale tassello dell’approvvigionamento di materie prime, prodotte localmente e secondo i più rigorosi standard di qualità e sicurezza.
In un quadro economico regionale, ovviamente critico per la crisi, Fileni prosegue la propria strategia verso l’obiettivo di fare delle Marche il cuore delle proprie attività, avvicinando agli stabilimenti produttivi i centri di approvvigionamento e di allevamento.

Il mangimificio coprirà tutte le esigenze Fileni
Una serie di lavori di ammodernamento permetterà di dotare l’impianto di Jesi dei macchinari più moderni e innovativi, in grado di massimizzare efficienza e rigore qualitativo. Una volta in attività, il mangimificio sarà in grado di rifornire di materia prima di grande qualità tutti gli allevamenti Fileni, inclusi quelli dedicati alla produzione biologica.

Inglobati anche i 15 posti di lavoro
Con l’acquisizione del mangimificio, Fileni ingloberà nel proprio organico anche i 15 lavoratori in forza presso l’impianto.
Tale approccio di responsabilità sociale non è nuovo all’esperienza di Fileni, che già nel 2008 aveva garantito la riassunzione ai circa 600 dipendenti
dello stabilimento di Castelplanio (An), ceduto da Arena.

Il radicamento sul territorio diventa fattore competitivo
"Credo che questa acquisizione rappresenti un importante fattore di competitività per la nostra azienda e che, anche sul piano dei valori, rappresenti appieno il nostro modo di operare: valorizzando il territorio, proteggendo il patrimonio produttivo e occupazionale locale, investendo sull’innovazione e promuovendo procedure di garanzia per la qualità delle materie prime, per il benessere animale e per la sicurezza alimentare del consumatore finale" commenta Giovanni Fileni (in foto), presidente e fondatore della società.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome