Google apre uno store fisico a New York

Nel 2015 l'apertura di uno spazio fisico a New York era tra i piani di Google. Il colosso statunitense aveva individuato un locale di 500 mq nel quartiere Soho. Un'iniziativa mai concretizzata come raccontato in questo articolo. Google sperimentò lo stesso anno un pop store a Londra e un anno dopo un temporary store nella Grande Mela testando i primi approcci vis à vis con i consumatori.

Oggi si torna a parlare di un negozio fisico, ancora una volta nell'area newyorchese dove è stato realizzato un punto di vendita. Google Store occupa uno spazio al piano terra nell'ex Port Authority Building, una struttura in stile art déco dove ha sede la società.

L'annuncio era stato pubblicato nel blog di Google dove il Google Store di Chelsea era stato descritto come uno spazio in cui i clienti avrebbero potuto trovare una vasta selezione di prodotti che spaziano dai telefoni Pixel ai prodotti Nest, dai dispositivi Fitbit ai Pixelbook e altro ancora. Il negozio ha un'ottica multicanale e permetterà ai consumatori di acquistare online su GoogleStore.com e ritirare gli ordini in negozio. Il punto di vendita potrà contare sulla presenza di esperti a disposizione dei clienti per visionare i prodotti in assortimento ma anche trovare una soluzione ad eventuali problemi o poter riparare danni ai propri dispositivi.

 

La scelta di New York

Sui motivi che spingono l'azienda ad indirizzarsi verso New York, Jason Rosenthal, vice president, direct channels & membership di Google, spiega: “Questo store farà parte del nostro campus urbano nel quartiere di Chelsea, che ospita molti degli oltre 11.000 dipendenti di Google a New York. Operiamo in questa città da 20 anni e consideriamo il negozio come una naturale estensione del nostro impegno di lunga data”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome