Il Gruppo Mezzacorona diversifica e porta gli utili a quota 9 milioni

Produttori

Consolidamento del core business, ma anche diversificazione, unitamente a investimenti in innovazione e comunicazione. Grazie a queste politiche strategiche, il Gruppo Mezzacorona chiude il 2008 con un fatturato consolidato di 139.137.199 euro, con un aumento del 7% sul 2007.
Ottimo il risultato dell’utile di gruppo, salito a quota 8,83 milioni contro l’1,86 del 2007. Il patrimonio netto consolidato di gruppo del 2008 ha raggiunto i 79.685.484 (+13% sul 2007). Il cash-flow generato dal gruppo ha raggiunto la cifra di 17.402.183 euro.
Per il secondo anno consecutivo, lo scorso 7 febbraio è stato approvato il bilancio consolidato di gruppo redatto secondo le norme Ias (International accounting systems), primo esempio in Italia per quanto riguarda la cooperazione agricola: il bilancio Ias è un bilancio dettagliato, basato su un’assoluta trasparenza, con norme riconosciute a livello internazionale che permettono una valutazione precisa e universalmente accettata.

I brand del Gruppo e strategie
Nonostante la crisi del settore vitivinicolo a livello internazionale, l’impresa è impegnata a rafforzare le proprie posizioni nel mercato vitivinicolo e a crescere in quello ortofrutticolo. Tra le aziende del gruppo, infatti, vi è anche Mezzacorona sca (società cooperativa agricola), nata dalla fusione tra le Cantine Mezzacorona e il Consorzio ortofrutticolo Valdadige, frutto di un’operazione varata dalle due aziende nel febbraio del 2006 con le rispettive assemblee straordinarie. Mezzacorona sca è la holding del Gruppo Mezzacorona e controlla la filiera dalla campagna fino al vino affinato, delegando poi alle controllate le attività agro-industriali, commerciali e di marketing e in particolare alla Nosio spa (controllata direttamente da Mezzacorona sca al 65%), che è la subholding del Gruppo e costituisce il motore degli investimenti e dell’innovazione.
Complessivamente, Mezzacorona gestisce oltre 3.000 ettari in Trentino Alto Adige, suddivisi tra vigneti e frutteti, e quasi 1000 ettari in Sicilia (tramite la controllata Nosio spa), tutti coltivati con sistemi di produzione integrata, valorizzando il territorio anche in funzione delle attività economiche collegate, in primis il turismo.
Il Gruppo Mezzacorona esporta in oltre 50 Paesi del mondo. L’export costituisce il 72% del volume di affari, con una forte presenza negli Usa, in tutta l’area tedesca (Germania, Austria, Svizzera tedesca), in Scandinavia, Regno Unito e Canada.
I marchi di proprietà del Gruppo sono Mezzacorona, Rotari, Tolloy, Feudo Arancio e Nota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here