Incrementare il Sell-out grazie alle gift card

epay

Costringendoci a casa per tanto tempo, il lockdown ha inevitabilmente portato ad un incremento della fruizione dei contenuti digitali relativi in particolare all’intrattenimento come, ad esempio, il gaming/giochi alla console o lo streaming tv per la visione di film e serie tv. Ma ciò che ha stupito di più è la modalità di acquisto prepagato di tali contenuti dovuto al fatto che gli unici esercizi autorizzati ad essere aperti in pandemia, ovvero i punti vendita della GDO, hanno reso disponibili la versione gift card per accedere a tali contenuti. Nel periodo di maggiori restrizioni, la possibilità di effettuare tutti gli acquisti in un unico posto, l’unico consentito, in breve tempo e riducendo al minimo i rischi di contagio ha portato i consumatori ad acquistare presso le insegne non solo beni di primissima necessità come il food, ma anche quelli considerati altrettanto importanti per impiegare il tempo in piena pandemia.

Il valore del prepagato

epay, specializzato da anni nella distribuzione e processing tecnologico delle gift card nelle maggiori insegne del Food e dell’Elettronica, analizzando gli sviluppi nel segmento delle gift card nel mercato italiano durante l’ultimo anno, ha identificato i cambiamenti nel comportamento dei consumatori nell’impiego del proprio tempo mentre erano costretti nelle proprie case. Inoltre, i dati raccolti hanno evidenziato evoluzioni importanti anche nelle modalità di pagamento preferite durante la crisi del coronavirus. Rispetto ai consumi sono stati riscontrati tassi di crescita considerevoli in particolare nello streaming tv (gift card Netflix) e nel gaming (gift card PlayStation, Xbox) dovuti evidentemente alla necessità di svago in una circostanza così critica, ma anche nel segmento delle ricariche telefoniche, probabilmente perché i consumatori hanno reagito alle restrizioni alla mobilità con un crescente desiderio di effettuare telefonate per rimanere in contatto con amici e familiari. Che siano per uso personale o per un regalo, i prodotti prepagati combinano i vantaggi del controllo dei costi, della libertà dagli abbonamenti e del pagamento sicuro online e gli italiani hanno confermato di preferirli in qualsiasi circostanza.

La fiducia come driver di acquisto

Anche superato il periodo di lockdown più stringente il trend ha continuato a manifestarsi denotando dunque una nuova abitudine di acquisto ovvero quella di comprare contenuti digitali prepagati nel retail fisico dove si acquistano beni di prima necessità e del quale ci si fida, preferendo effettuare il pagamento dove abitualmente si fa la spesa piuttosto che online. I retailers che da anni avevano già inserito nella propria offerta anche questi prodotti secondari come le ricariche telefoniche, le gift card del gaming, della pay tv, dello streaming musicale e di tanti altri contenuti, spesso esponendole in avancassa o in appositi espositori destinati ad esaltare tale categoria, hanno potuto trarne un evidente beneficio non solo in termini di fidelizzazione ma anche registrando un aumento della battuta media in cassa. Anche le gift card privative ovvero quelle spendibili presso i punti vendita delle insegne della Gdo hanno trovato nuova linfa registrando un ulteriore impiego come buoni spesa nell’ambito del Decreto Sostegno, distribuite da molti Comuni italiani alle famiglie più danneggiate dalla crisi per permettere loro di effettuare la spesa in un momento storico così critico. In generale, la gift card applicata a diversi ambiti non solo ha dimostrato un alto gradimento da parte del Consumatore come i dati di mercato confermano, ma ha anche evidenziato come sia un elemento abilitante all’acquisto: facilita il pagamento ma soprattutto realizza un giro di affari supplettivo rispetto all’applicazione dei soliti metodi tradizionali. Un’evidenza da tenere in forte considerazione da parte dei retailer.

Per informazioni visita www.epayitalia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome