Largo consumo: bilancio positivo

    Nella seconda metà del 2018 si è riaffacciato lo spettro della stagnazione per il sistema economico italiano mortificando le speranze di ripresa che si erano concretizzate l’anno precedente. Il nostro Paese sembra ormai intrappolato in un circolo ripetuto che alterna riprese moderate a fasi di difficoltà economica più o meno accentuate. Esse si sovrappongono, dalla metà degli anni 90, a un trend di fondo di sostanziale immobilità. L’attuale ripiegamento degli indicatori macroeconomici italiani si accompagna a una frenata delle economie europee (soprattutto quella tedesca) e a un generale stato di sofferenza degli scambi economici a livello globale. Le aspettative di crescita per l’Italia sono state riviste al ribasso dai maggiori centri di previsione.

    Le politiche di sostegno economico alle famiglie adottate dall’attuale esecutivo dovrebbero contribuire a sostenere i consumi per l’anno in corso, ma la necessità della finanza pubblica di recuperare risorse aumenta l’urgenza di probabili manovre correttive di carattere fiscale nel 2020 con conseguenti effetti negativi su potere d’acquisto e domanda interna.

    Accesso riservato

    Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

    Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

    Sei abbonato a Gdoweek ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
    Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

    Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Inserisci il tuo nome