L’eco-sostenibilità tema centrale del convegno Italgrob

In diretta da Pianeta Birra

In occasione del tradizionale convegno annuale degli operatori del beverage, tenutosi domenica 15 febbraio a Pianeta Birra (Fiera di Rimini), Italgrob -la principale federazione nazionale di grossisti di bevande per il canale horeca- ha presentato i primi dati relativi all'attivazione del Progetto Vetro Indietro su alcune piazze italiane.

La sperimentazione del Progetto -cui prendono parte Fipe-Confcommercio, Legambiente, tre aziende leader nel settore della produzione di bevande, alcoliche e non (Sanpellegrino, Peroni e Pago) e Savno, Servizi Ambientali Veneto Nord Orientale - ha mosso i suoi primi passi a fine 2008 e potrebbe rivelarsi un'opportunità fondamentale per il rilancio del settore del fuori casa, come elemento di riqualificazione e differenziazione rispetto ad altri canali e forte coesione della filiera.

Sostenibilità economica, oltre che ambientale
Già le prime analisi compiute dall'Università Ca' Foscari di Venezia - l'ateneo che sta raccogliendo ed elaborando tutti i dati relativi alla prima sperimentazione del progetto VAR-mettono in evidenza l'”ecologicità” del progetto e il notevole risparmio economico in termini di costi di produzione e trasporto che il processo del VAR garantisce all'intera filiera produttiva del beverage, rispetto al processo a perdere.

Due le motivazioni fondamentali per le quali gli esercenti italiani dovrebbero aderire al Progetto Vetro Indietro secondo il Direttore Generale di Fipe Edi Sommariva: “la prima è sicuramente la sensibilità ambientale, la seconda riguarda invece il fattore sicurezza, che i recenti fatti di cronaca hanno portato nuovamente alla ribalta”.
Non a caso anche la Regione Lombardia e il Comune di Milano, dove già sono attive ordinanze contro l'abbandono di bottiglie in vetro servite nei pubblici esercizi del centro storico, hanno manifestato in questi giorni l'interesse ad aderire alla sperimentazione del Progetto Vetro Indietro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here