L’Emilia Romagna promuove vini e parmigiano in Russia al Prodexpo

Produttori

Dall'8 al 12 febbraio, l'Emilia Romagna si presenta in Russia per promuovere l'eccellenza regionale a Prodexpo, la principale fiera della Russia dedicata ai prodotti enogastronomici di tutto il mondo. Nell'ambito del programma regionale Deliziando, a fianco della Regione e di Unioncamere saranno presenti l'Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna e il Consorzio Parmigiano Reggiano.

Durante le giornate di fiera, buyer, importatori e giornalisti potranno incontrare l'offerta della Regione attraverso il banco d'assaggio dove 18 aziende saranno rappresentate dall'Enoteca Regionale: Acetaia Dodi, San Patrignano, Donelli Vini, Fattoria Camerone, Caviro, Azienda Vinicola Enio Ottaviani, Medici Ermete & Figli, Terre Dei Farnese, Cantina Sociale Di Gualtieri, Monticino Rosso, Villa Bagnolo, Santa Giustina, Az. Agricola Branchini, Distillerie Moccia, Villa Zarri, Chiarli 1860, Gruppo Cevico (queste ultime due presenti anche con uno stand proprio).

Presso il centro servizi ICE inoltre sono in programma seminari e degustazioni guidate dedicati ai vini dell'Emilia Romagna e al Parmigiano Reggiano.

Il mercato di riferimento

La Russia rappresenta per l'enologia regionale un export di 2.227.925 di litri in volume. Si tratta di un bacino di 30 milioni di consumatori potenziali che cresce con un ritmo del 12%, sebbene il consumo pro capite si attesti su soli 6 litri all'anno.

Anche il profilo di questi consumatori è di grande interesse per i vini emiliano romagnoli: si tratta della nuova middle class russa, che registra redditi tra i più elevati in Europa, abita in prevalenza a Mosca o a San Pietroburgo, beve vino a casa, in abbinamento al cibo, ed è disposta a spendere per qualità e valore.

Prodexpo è divenuto in questi anni l'evento di riferimento per il mercato russo. A parlare sono i numeri: nel 2009, la fiera ha ospitato oltre 1.800 espositori provenienti da 57 Paesi su una superficie totale di 80mila mq e oltre 48mila visitatori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome