Lo shopping di Natale sarà come quello dello scorso anno

Prodotti

I regali di Natale rappresentano una spesa necessaria per la maggioranza degli italiani (il 70%) e, di questi, quasi la metà la ritiene anche una spesa piacevole. Chi acquista regali lo farà prevalentemente per i familiari più stretti (87,3%) e poco meno della metà (il 45,5%) comprerà più o meno gli stessi prodotti del Natale 2008.
Tra gli articoli che saranno più gettonati spiccano i capi di abbigliamento (70,5%), i libri (63,2%), i generi alimentari (56,7%) e il vino (40,9%), gli articoli sportivi (35,4%), Cd e Dvd (33,9%). Queste le intenzioni di consumo e il sentiment delle famiglie a un mese dal Natale che emergono dall'indagine Confcommercio-Format ricerche di mercato sui consumi degli Italiani per le prossime festività natalizie.

Le buone intenzioni
Gli italiani che si comporteranno in modo analogo al Natale 2008, relativamente agli acquisti per i regali, sono il 45,5%, mentre il 33,4% dichiara che rinuncerà certamente a fare alcuni degli acquisti che avrebbe desiderato. L'11,4% è ancora indeciso sul da farsi e il 9,7% dichiara che non effettua mai gli acquisti per i regali di Natale.
Tra coloro che faranno gli stessi acquisti, prevalgono gli uomini, chi ha un'età compresa tra i 18 ed i 44 anni e chi risiede nelle regioni del Nord-Ovest e del Nord-Est. L'atteggiamento di rinuncia allo shopping per doni di Natale prevale, invece, più tra le donne, tra chi ha un'età tra i 45 ed i 54 anni, e tra chi vive nelle regioni del Centro e del Sud Italia.

Gli italiani e i regali di Natale
Complessivamente, i regali di Natale rappresentano una spesa necessaria per il 70% degli italiani. Di questi, il 48,1% la ritiene necessaria e piacevole (atteggiamento proprio di tutte le fasce di età, fatta eccezione per chi ha un'età tra i 35 ed i 44 anni, e fortemente accentuato nelle regioni del Mezzogiorno), mentre il 21,9%, pur considerandola necessaria, ne farebbe volentieri a meno.
Per il 30% si tratta, invece, di una spesa inutile che, nella maggior parte dei casi (il 16,5%) si è anche costretti a sostenere, mentre solo il 13,5% oltre a ritenerla inutile riesce anche ad evitarla.
I destinatari dei regali natalizi sono prevalentemente i familiari (coniuge, figli, genitori, fratelli), con l'87,3% di risposte in questo senso. Il 75,5% li dedica ad “altre persone di famiglia”, il 68,3% agli amici, il 67,1% li acquista per se stesso. Il 53,3%, infine acquista i regali per i “conoscenti”, ovvero le persone con le quali intrattiene relazioni di lavoro (clienti e fornitori), una relazione professionale (il proprio medico, avvocato, ecc), o di altro genere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome