Metro scalda i motori per Expo

Metro

 

di Nadia Tadioli

A 30 giorni dall'inizio di Expo Metro Cash and Carry ha convocato ieri gli Stati Generali del mondo della ristorazione, dell'accoglienza e del retail indipendente. Più di mille titolari di esercizi pubblici e dettaglianti si sono ritrovati a Milano per capire come sfruttare al meglio l'evento mondiale.

"Expo è un'opportunità imperdibile e non possiamo farcela sfuggire -ha affermato Claude Sarrailh, amministratore delegato di Metro Italia Cash and Carry-. Per questo abbiamo riunito qui più di cento produttori di referenze Igp e Docg per trovare, insieme, soluzioni per sfruttare al meglio questa opportunità".

Secondo Metro Italia, oltre a essere ambasciatori del cibo made in Italy, ristoratori e dettaglianti dovranno essere in prima anche linea sul fronte della sostenibilità ambientale, visto che lo spreco alimentare sarà uno dei temi caldi. In ques'ottica sarà possibile fornire un contributo aderendo all'operazione "Schisceta reverse", milanesissimo nome per riproporre la doggy bag, ossia sollecitare i consumatori a portarsi a casa quanto non è stato mangiato in loco. Al tema, saranno dedicati corsi da parte di Metro Academy, tra i cui esperti annovera Claudio Sadler, la Nazionale italiana cuochi e i Maestri pasticceri, campioni del mondo 2015 di pasticceria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here