Oltre la crisi, modificazioni in corso nel sistema distributivo giapponese

Per quanto in leggera ripresa, l'economia
giapponese, tra le prime per importanza
a livello mondiale, continua a risentire
della crisi internazionale. Ciò non toglie
che l'approdo al Paese è tra i business più
ambiti da parte degli imprenditori italiani, in
particolare nell'ambito del food.
Conoscerne il modello distributivo diventa
quindi prioritario per le aziende che ambiscono
a esportare il Made in Italy.

I trend evolutivi
I format classici -department store, supermercati,
convenience store, così come gli
specialty store- hanno subito trasformazioni
per stare al passo con i tempi e con le
esigenze dei consumatori. In particolare, la
chiave di trasformazione è l'adattamento
del format alla location e al mercato di
riferimento (aree urbane e suburbane). È
recente la diffusione di outlet malls e “100
yen shops” (meno di 1 euro). In crescita
anche le vendite online e via cellulare. Tra
i nuovi modelli di retailer, diffusi soprattutto
nelle aree adiacenti alle stazioni, ci sono gli
shopping center che si orientano ad accontentare
il cliente sotto il profi lo del lifestyle:
non solo negozi di fashion e arredamento,
ma anche ristoranti e cinema.

Per saperne di più, scarica il PDF ...

Allegati

/wp-content/uploads/sites/7/2014/10/407_16.pdf” target=”_blank”>Oltre la crisi, modificazioni in corso nel sistema distributivo giapponese
Equilibri | Evoluzione del retail | 22 marzo 2010 |

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome