Parmalat, eCommerce: ritorna il lattaio a casa tua

Il desiderio era quello di avere un eCommerce dal design semplice e funzionale che lasciasse ampio spazio ai prodotti in vendita e privilegiasse la facilità di utilizzo anche da parte di quei clienti che abitualmente acquistano i prodotti Parmalat all’interno del circuito della gdo.

"Siamo davvero orgogliosi che Parmalat si sia affidata nuovamente a noi anche per questo importante progetto. Siamo già al lavoro per concretizzare attività di valorizzazione del contatto. I consumatori si aspettano sempre di più e la comunicazione, sostenuta da una solida tecnologia, diviene elemento imprescindibile" -afferma Alice Nastri, Customer Solutions manager e Digital consultant di Diennea.

"Un vero progetto di eCommerce non può partire senza una solida  attività di CRM, o meglio ancora di CCM (Customer Convertion Management -afferma Francesco Potenza, head of Digital & Marketing Services di Parmalat. questa nuova modalità di acquisto ci dà infatti un’importante possibilità che non offre invece il canale retail tradizionale, cioè quella di creare un dialogo diretto e più stretto con i consumatori, costruendo pertanto un percorso di loyalty più solido."

Lo studio dell’UX è partito con l’analisi dell’architettura dei contenuti, pensata per consentire la ricerca dei prodotti con una doppia chiave di lettura: per tipologia di prodotto e per marchio, questo in considerazione del fatto che molti clienti sono affezionati ai singoli brand del gruppo Lactalis con una loro identità molto forte e specifica.

La struttura dei contenuti, le sezioni principali di navigazione e le funzionalità sono state schematizzate all’interno di wireframe, condivisi con Parmalat, sui quali sono stati costruiti i mockup. La semplicità della grafica sposa appieno il valore dei prodotti di Parmalat nell’accezione di qualità e genuinità.

L’integrazione fra il backend dell’eshop, in partnership con Deliverti, e MagNews ha permesso di mettere in cantiere velocemente i primi flussi di Marketing Automation, i must have di un progetto eCommerce: dal flusso di carrello abbandonato, al flusso di welcome, fino a quello di valutazione di soddisfazione del cliente.

La valorizzazione del contatto e l’analisi dei dati, raccolti e monitorati fin dai primissimi giorni dal Go Live, saranno il leitmotiv per la pianificazione, la definizione delle attività e l’individuazione degli strumenti più idonei che consentiranno all’eCommerce di progredire e migliorarsi nel medio e lungo periodo.

Fisico e digitale trovano in questo progetto la realizzazione di una strategia multichannel e l’attivazione di un canale di comunicazione in più per interagire con i clienti e offrirgli una possibilità di acquisto alternativa, tanto importante in uno scenario che da alcuni mesi continua a cambiare in modo repentino.

La comprensione di cosa pensano e provano i consumatori nei confronti della marca e la capacità di offrire soluzioni sempre più personalizzate ai loro bisogni è l’obiettivo che Parmalat porta avanti da alcuni anni con il supporto strategico e tecnologico di tbd powered by Diennea.

La pubblicazione dell’eCommerce rappresenta il primo tassello di un disegno strategico molto più ampio che vede già Parmalat e Diennea all’opera per la realizzazione di flussi di Marketing Automation di conversione, engagement e fidelizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome