Per lui o per lei? I prodotti che cambiano il prezzo in base al genere

"Pink tax" e "blue tax", questi gli appellativi balzati agli onori di cronaca, soprattutto qualche anno fa nel caso dei rasoi rosa, per indicare differenze di prezzo considerevoli sullo stesso tipo di prodotto solo perché destinato all'uno o all'altro genere. Ad indagare il fenomeno con un'apposita analisi è stato Idealo, analizzando 9 categorie merceologiche presenti sul proprio portale italiano di comparazione prezzi nell'arco di un anno.

Analizzando cinque prodotti a campione tra quelli più popolari sul portale, per ognuna delle nove categorie merceologiche oggetto dello studio, Idealo ha individuato, ad esempio, come i deodoranti femminili e i prodotti per il trattamento del viso da donna tendano a costare  rispettivamente il +51,1% e il +57,2% dei corrispettivi maschili.

Per quanto riguarda, invece, le scarpe sportive e i prodotti per la cura del corpo, questi costerebbero di più per gli uomini (+11,4% nel primo caso e addirittura +39,6% nel secondo rispetto al prezzo medio per le donne). In particolar modo, sarebbero proprio le scarpe da sport per uomo ad avere il rincaro maggiore (rispetto al corrispettivo femminile), parliamo infatti di un +16,6% rispetto al prezzo medio per le varianti femminili.

Il caso dei profumi
Un’altra categoria merceologica della quale si parla spesso in riferimento alla pink tax è quella dei profumi. Analizzando 27 profumi tra quelli più popolari presenti su idealo Italia, idealo ha individuato come i profumi da donna tendano a costare il +27,0% rispetto a quelli da uomo (parliamo di una differenza di +12,30 centesimi di euro a millilitro). In 20 casi su 27 il prezzo per millilitro più alto è stato per le donne.

I prodotti per la cura del corpo e l’abbigliamento
Un’ulteriore analisi di idealo su altre 6 categorie merceologiche (nel dettaglio: bagnoschiuma, creme depilatorie, giacche & cappotti, maglie & felpe, shampoo & balsamo e t-shirt) ha rivelato come nel caso dei prodotti per la cura del corpo l’uomo spenda mediamente  il +25,6%.

In particolar modo, nel caso degli shampoo e dei balsamo questi sembrerebbero più cari nella versione “maschile” (+65,4%), così come più care sono anche le t-shirt da uomo (+33,6% rispetto alla versione “femminile”) e i bagnoschiuma (+11,0% rispetto alla versione “femminile”). Nel caso delle giacche e dei cappotti, infine, questi sarebbero più cari per le donne (+7,5%), così come le maglie e le felpe (+4,2%) e le creme depilatorie (+3,5%).

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome