Quando liberalizzazione fa rima con competizione

Retail

Liberalizzazione uguale a maggiore competizione. Anche sui prezzi. Così nelle farmacie di Farmagruppo, per tutto il mese di febbraio, si possono acquistare sia 20 compresse di Paracetamolo sia di Acido Acetilsalicidico più vitamina C (in pratica l'aspirina) a solo 1,90 euro a confezione, il prezzo più basso sul mercato.

L’innovazione in farmacia
Si tratta di un’iniziativa che evidenzia come l’effetto liberalizzazione del decreto Bersani -che ha consentito a Coop Italia di realizzare, prima insegna sul territorio nazionale, un prodotto con gli stessi principi attivi dell’aspirina e a proporlo a soli 2 euro- sia in grado di sviluppare una libera concorrenza sul mercato. Concorrenza che, in questo periodo, è fortemente focalizzata sul fattore prezzo, ma che ha già portato buona parte della categoria dei farmacisti a rivedere il concept stesso del punto di vendita, ampliandolo a una serie di servizi che favoriscono la fidelizzazione della clientela. Come a dire, la competizione aguzza l'ingegno.

Promozione concertata
Questa iniziativa di riduzione dei prezzi di alcuni farmaci di largo consumo, come dichiara Luigi Ricca, assessore al Commercio della Regione Piemonte con la quale Farmagruppo ha concertato la promozione: “Ho chiesto ai farmacisti di non limitare la promozione di questi due prodotti al 28 febbraio, ma di estenderlo a tutto il 2009 in considerazione che si tratta di due dei farmaci più venduti in Italia. In tal senso, ho già avuto risposta positiva da parte di Farmagruppo e anche la disponibilità ad allargare la gamma dei prodotti. Questa iniziativa, inoltre, è anche uno stimolo concreto all'utilizzo del farmaco generico e di conseguenza al contenimento della spesa farmaceutica".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here