Ruffino cresce dell’8% e continua a investire su ambiente e sostenibilità

Ruffino si presenta a Vinitaly fiera di un importante risultato: il fatturato dell’esercizio 2017 è stato chiuso a 106,7 milioni di euro, pari a una crescita dell’8% rispetto all’esercizio precedente: al risultato a cui hanno contribuito le vendite del mercato interno. Un dato raggiunto con una strategia che unisce il rispetto della tradizione (l’azienda ha più di 140 anni), a innovazione e attenzione alle esigenze del consumatore.
Da sempre Ruffino sottolinea la sua vocazione di azienda sostenibile e attenta all’ambiente. In questo ambito ha avviato numerosi progetti come l’adozione di un manuale di buone pratiche agricole per la corretta gestione di tutte le fasi produzione vitivinicola in un’ottica ecosostenibile. L’azienda collabora con Enti di ricerca e Università per lo sviluppo di tecniche di agricoltura di precisione e per la sperimentazione di prodotti naturali rivolti alla protezione delle viti contro malattie come l’esca. Ci sono poi i Dynamo Camp, campi di terapia ricreativa che accolgono bambini e ragazzi affetti da patologie croniche e la collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze nel settore dell’oncoematologia (progetto Mia.Di). Inoltre, Ruffino promuove diverse attività volte a un consumo responsabile delle bevande alcoliche. Tra i prodotti di punta presenti a Vinitaly il Rosatello Cuvèe Perlage, uno spumante rosato che offre bollicine di grande finezza sostenute da un bouquet intrigante di mela golden, mora di rovo e piccoli fiori di montagna. Gradazione alcolica 11% vol. proposto in bottiglia da 75 CL; metodo Charmat. Il Chianti Riserva 2017 realizzato per festeggiare i 140 anni dell’azienda e il Chianti Superiore riproposto in una versione “moderna” del tradizionale fiasco.

Massimo Gianvito

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome