Schlecker in crisi di liquidità porta i libri in tribunale

Retail

La notizia è stata pubblicata dal sito di Lsa venerdì: Schlecker ha annunciato che avrebbe presentato un  istanza di fallimento con lo scopo di ottenere una tregua dai suoi creditori e riuscire così a condurre una ristrutturazione. La società nel comunicato ha dichiarato che il suo obiettivo è di mantenere "la maggior parte dei suoi rami e il livello di occupazione" ed ha anche aggiunto che "L'attività continua senza cambiamento e il pagamento dei salari è garantito".
La proprietà "ha preso la difficile decisione di dichiarazione di fallimento per avanzare sulla via della ristrutturazione". Occorrerà poi vedere in pratica come si svolgerà il meccanismo di continuazione nella operatività quotidiana.

Calo nelle vendite
Schlecker ha recentemente riportato un calo delle vendite nel 2010 di 650 milioni di euro l'anno a € 6,55 miliardi di euro e si aspetta un'ulteriore erosione nel 2011. La società tradizionalmente non dà alcuna indicazione del suo conto economico però gli esperti stimano che sia il terzo anno di risultati in contrazione perché soffre di un'immagine superata e della concorrenza dei nuovi canali.
Schlecker ha 7.000 negozi in Germania e altri 3.000 in Austria, Spagna, Francia, Italia, Repubblica Ceca, Polonia e Portogallo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome