Sigma chiude il 2008 a quota 2,85 miliardi

Retail

Chiude in positivo il bilancio 2008 di Sigma, che si attesta a 2,85 miliardi di euro di fatturato alle vendite, con un incremento del 9,5% sul 2007, sviluppato su una rete di 2.000 punti vendita e più di 1.000 negozi di prossimità (erano, secondo dati aziendali, 2.600, inclusi quelli di prossimità, nel 2007), diffusi capillarmente sul territorio nazionale. Il bilancio evidenzia un incremento del ristorno di fine anno riservato ai Soci della cooperativa, che segna un +63% rispetto all'esercizio precedente.

Aumenta la private label
In un anno critico per i bilanci delle famiglie, per sostenere il potere d'acquisto dei clienti, Sigma ha accentuato gli investimenti a favore del rapporto qualità-convenienza, assicurando prezzi contenuti soprattutto con l'offerta dei prodotti a marchio (1.200 le referenze), che registrano un aumento delle vendite del 10% e che sono acquistati da quasi il 90% dei clienti. Nel 2008, Sigma ha inserito anche Scelto, linea premium che propone esclusive specialità regionali, prodotti enogastronomici da tutto il mondo, prodotti biologici e solidali.
In ambito di strategie, l'insegna ha rinnovato, per il prossimo quinquennio 2009-2013, la partnership avviata nel 2004 con Coop Italia nell'ambito di Centrale Italiana, con lo scopo di ampliarne i contenuti e le aree di collaborazione.
 
Lo sviluppo della rete
L'attività di sviluppo e di allargamento della base sociale, dopo l'ingresso di Prime (FR) del 2008, nel 2009 ha visto quello di Cedis Izzi, radicato nel basso Lazio con oltre 20 punti di vendita di proprietà, un cash & carry e circa 60 affiliati.
Inoltre, nel primo semestre 2009, Sigma ha aperto 70 store, di cui 43 supermercati e 27 superette (superficie pari a 40mila mq). L'obiettivo, entro la fine dell'anno è raggiungere un aumento di superficie di 60mila mq.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here