Simply con Wwf per ridurre lo spreco alimentare

Sostenibilità

Simply promuove la campagna “Insieme per non alimentare lo spreco”. In collaborazione con Wwf, la catena di supermercati del Groupe Auchan ha l’obiettivo di sensibilizzare i consumatori usando la forza dell’ironia oltre a offrire consigli e suggerimenti su come ridurre lo spreco alimentare in ambito domestico.
Ambasciatori dell’iniziativa sono i “Viveri e Vegeti”, cibi che ogni giorno più facilmente sprechiamo anche se ancora buoni. Questi alimenti, dialogando e interagendo tra loro nel frigorifero e sugli scaffali della dispensa, danno vita a 10 vignette di cui quattro saranno le protagoniste delle shopper riutilizzabili special edition Wwf-Simply disponibili nei supermercati a partire da questo mese. La vendita delle shopper sosterrà l’attività di Wwf con specifico riferimento al programma dedicato ai temi dell’alimentazione sostenibile, One planet food. La campagna prevede, inoltre, iniziative di sensibilizzazione in-store e attività sul web e sui social.

Qualche numero

Lo spreco alimentare non è solo un problema di alimenti, ma anche d’impatti sulla biodiversità: per produrre il cibo che sprechiamo, ogni anno in Italia buttiamo nel cestino fino a 1.226 milioni di metri cubi di acqua pari all’acqua consumata ogni anno da 19 milioni di italiani e circa 24,5 milioni di tonnellate di Co2, pari a circa il 20% delle emissioni di gas serra del settore dei trasporti. Ridurre lo spreco ha, inoltre, degli effetti anche sul portafoglio degli italiani: secondo un’indagine realizzata nel 2013 da Gfk Eurisko, in collaborazione con Simply, le famiglie spendono mediamente 316 euro annue in cibo che viene buttato senza essere consumato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome