Unicoop Firenze rivisita lo store Coop.fi di Prato

È stato ripensato il punto di vendita Coop.fi situato a Prato, in via Bologna, soggetto a lavori di restyling con maggiore attenzione al risparmio energetico. Unicoop Firenze evidenzia l'importanza del negozio di vicinato, come format conforme alle rinnovate abitudini dei consumatori sempre più attenti al risparmio di tempo.

Diventa sempre più rilevante poter fare una spesa veloce all'interno del punto vendita, ma, mentre si rafforza il concetto di prossimità e di ottimizzazione dei tempi di spesa, i consumatori non intendono rinunciare a un'offerta strutturata e di qualità -spiega l'azienda-. Il negozio è stato rinnovato per venire incontro alle esigenze di chi abita nelle vicinanze e vuole fare acquisti in modo veloce senza rinunciare alla scelta e alla qualità”.

Le caratteristiche dello store

La struttura, situata in un'area della città facilmente raggiungibile anche a piedi, si estende su un'area di 300 mq, pensati per una spesa veloce, giornaliera. In area freschi forneria e gastronomia serviti sono stati rinnovati. Il banco servito si trova posizionato al centro della piazza e si possono scegliere pane sfuso, schiacciata e pizza calda per la parte forneria e una selezione di salumi per la gastronomia, che offre anche uno spazio per le carni rosse pronte da cuocere. Completano l'offerta il pane fresco confezionato e i prodotti Banco del Gusto, oltre a formaggi e salumi confezionati e prodotti senza glutine e senza lattosio. L'ortofrutta privilegia la stagionalità.

Come in tutti i punti di vendita della cooperativa, sono state adottate misure di prevenzione del contagio da Covid19 come gel igienizzante per le mani e per i carrelli sempre a disposizione, cartellonistica e segnaletica dedicate per il rispetto della distanza interpersonale, annunci audio che invitano la clientela a seguire le misure di sicurezza, ingresso consentito soltanto con la mascherina, che deve essere indossata correttamente per tutto il tempo della spesa, coprendo sia naso, sia bocca.

A livello di risparmio ambientale, l’illuminazione a led, i banchi salumi, latticini e surgelati chiusi con sportelli e la centrale frigo di tipo a CO2 garantiscono la riduzione dei consumi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome