Vodafone e Eataly lanciano SmartPoster

M-commerce

Arriva una soluzione che permette di fare la spesa con il proprio smartphone, scegliendo i prodotti da un “poster intelligente” dotato di tecnologia NFC (Near Field Communication) e QR Code.
Si chiama SmartPoster ed è nata dalla collaborazione tra Vodafone Italia e Eataly.

Per selezionare i prodotti di proprio interesse, è sufficiente inquadrarli con lo smartphone che, tramite l'apposita applicazione, è in grado di riconoscerli con tre modalità diverse, a scelta del cliente: la tecnologia NFC, il riconoscimento delle immagini tramite fotocamera, oppure il QR Code. Una volta riempito il carrello virtuale con gli articoli che si desidera acquistare, basta confermare l'ordine ed effettuare il pagamento online in tutta sicurezza con la propria carta di credito. I prodotti vengono quindi recapitati direttamente a casa o, se si preferisce, in ufficio.

Per la prima fase di sperimentazione di SmartPoster è stato scelto il Vodafone Village, il quartier generale di Vodafone in Italia, dove circa 2.500 dipendenti dell'azienda hanno a disposizione una vasta gamma di prodotti Eataly da poter scegliere attraverso 6 SmartPoster distribuiti all'interno dell'edificio.

La nuova soluzione, la cui implementazione si prevede verrà estesa anche al di fuori degli uffici e messa a disposizione di clienti privati e altre aziende, rappresenta un ulteriore passo in avanti nell'impegno di Vodafone e di Eataly Net ad arricchire e facilitare l'esperienza di acquisto in mobilità dei propri clienti attraverso le più innovative tecnologie digitali.

I “poster intelligenti” possono avere dimensioni variabili ed essere applicati su molteplici superfici e in ambiti diversi, tutti a portata di smartphone. Sono ormai oltre il 50% gli italiani in possesso di un telefono di ultima generazione e il 25% di loro lo ha utilizzato almeno una volta nell'ultimo anno per effettuare acquisti di prodotti e servizi.

Lo smartphone diviene sempre più uno strumento legato all'esperienza di acquisto: il 71% degli italiani lo usa all'interno dei negozi, chi per confrontare i prezzi (42%), chi per segnalare un acquisto ai famigliari (30%). Un mercato, quello dei pagamenti digitali in mobilità, che nel 2013 ha raggiunto il valore di 1,1 miliardi di euro e che si prevede crescerà esponenzialmente nei prossimi anni, fino a raggiungere 8,3 miliardi nel 2016. (fonte: Osservatori Politecnico di Milano).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here