La crisi della Gdo britannica: Tesco al taglio drastico

I marchi della grande distribuzione inglese arrancano sotto i colpi della crisi e il crescente successo della formula discount. L’ultimo aggiornamento al riguardo arriva dal Sunday Telegraph, che riporta le intenzioni del big britannico Tesco di tagliare drasticamente il personale, inclusi dirigenti della sede centrale a Cheshunt, arrivando a licenziare 10.000 dipendenti. Una scelta drastica che andrebbe di pari passo con la chiusura di 43 punti vendita della catena, segnando un incremento del gioco al ribasso nonostante il modesto miglioramento delle vendite a gennaio.
In stato di sofferenza anche le altre tre maggiori insegne Sainsbury’s, Aisda e Morrisons, che hanno già manifestato l’intenzione di effettuare sostanziosi tagli del personale, che vanno da 500 dipendenti per la prima, passando rispettivamente per 1.360 e 2.600 posti di lavoro per le altre due.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here