La Regione Piemonte investe sul turismo enogastronomico

Gourmet

Con un volume d'affari annuo di 2,5 miliardi di euro, il turismo enogastronomico sta diventando sempre più strategico per il settore dell'industria turistica nazionale.
Ad essere attratti, oltre che dalle bellezze monumentali e paesaggistiche del Bel paese, da itinerari e iniziative volti a far conoscere -in senso sia palatale sia culturale- i prodotti tipici e la cucina del territorio nel 2007 sono stati circa 5 milioni di turisti, due terzi dei quali stranieri, che oggi si stima siano ben più numerosi se si considera che il settore "viaggia" con un ritmo di crescita del 20% annuo (fonte: XXI Rapporto Eurispes).
E il Piemonte -in grande spolvero dopo le Olimpiadi invernali del 2006- risulta essere la regione italiana con il trend di crescita più interessante. Non stupisce quindi il fatto che la Regione Piemonte abbia deciso di investire sul marchio Biteg-Borsa Internazionale del turismo enogastronomico per ospitare stabilmente -dopo il test del 2008- la manifestazione annuale rivolta agli operatori italiani ed esteri specializzati.


Formula B2B per pacchetti a tema
Anche per la X edizione di Biteg -in programma dal 7 al 10 maggio 2009 a Serralunga d'Alba (Cuneo)- la formula resta quella degli incontri B2B, gia collaudata con successo l'anno scorso dallo stesso Piemonte e negli anni precedenti dalla gestione trentina.
Secondo le previsioni degli organizzatori, la tre giorni di lavori vedrà la partecipazione di oltre 100 buyer nazionali ed esteri che valuteranno le proposte di circa 150 rappresentanti selezionati dell'offerta italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here