Ortofin amplia l’utilizzo dei pallet Chep

Servizi e tecnologie

Ortofin, distributore italiano di frutta e verdura, ha deciso di ampliare l'utilizzo dei pallet CHEP in sostituzione dei pallet bianchi monouso, per incrementare l'efficienza operativa e ampliare i vantaggi dal punto di vista ambientale garantiti dalla soluzione di pooling CHEP.
Ortofin, con sede a Liscate, fa parte del Gruppo Finiper SpA e opera sul mercato da 17 anni. L'azienda acquista frutta e verdura, formaggi e altri prodotti freschi che vende su tutto il territorio italiano a retailer del calibro di Finiper, Carrefour e UNES. In Italia fornisce anche importanti catene di ristorazione, mentre in Svizzera serve retailer come ALFI e COOP. L'azienda ha tre centri di distribuzione nella zona di Milano che riforniscono circa 300 punti vendita e ristoranti nel nord Italia.

"L'utilizzo dei pallet CHEP riduce i nostri oneri amministrativi -spiega Alberto Carpita, general manager Ortofin- e ci permette di focalizzare l'attenzione sulle nostre principali attività; inoltre, la qualità superiore del prodotto riduce i danni alle merci in transito, consentendoci di risparmiare sui costi e semplificare le complessità dei processi aziendali. La decisione di collaborare con CHEP è stata vagliata attentamente, e infine abbiamo deciso di condividere la scelta fatta da retailer come Finiper e Carrefour. Ogni anno utilizziamo circa 700.000 pallet, dei quali attualmente il 52% è costituito da pallet blu CHEP, con l'obiettivo di incrementare notevolmente tale percentuale".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome