Sainsbury’s lancia sei nuovi format per il supermercato

 

 

Reinventare il supermercato e salvarlo dalla progressiva erosione della sua redditività. Mike Coupe, amministratore delegato di Sainsbury’s, in una lunga intervista al Telegraph svela i piani per il rilancio del retailer britannico che, dopo un decennio di crescita costante delle vendite, ora soffre una contrazione del fatturato, eroso dalla corrispondente crescita dell’e-commerce.

Mike Coupe in store
Mike Coupe, Amministratore delegato di Sainsbury's

Un nuovo modello di super

Dopo una drastica cura dimagrante con centinaia di licenziamenti e un significativo taglio dei costi, ora Coupe vuole perseguire il rilancio di Sainsbury’s partendo proprio dal punto di vendita, dalle sue versioni più moderne, capaci di soddisfare la domanda del consumatore contemporaneo, lanciando sei nuovi format entro la fine del 2015. “Il tempo dell’one-stop-shop di grandi dimensioni è finito -dichiara Coupe-. Negli ultimi 25 anni, bastava una nuova apertura per aumentare le vendite locali, ma oggi la rivoluzione tecnologica ha modificato tutti i paradigmi. Il supermercato del futuro deve poter parlare a tutti, dagli anziani fino ai nativi digitali che, ormai, acquistano tutto su internet con il loro smartphone”.

Top secret, al momento, location e caratteristiche degli store Sainsbury’s di nuova generazione: l’Ad svela che alcuni supermercati 2.0 avranno un posizionamento di prezzo aggressivo per contrastare l’ascesa dei discount e integreranno numerose funzioni “evolute” per contrastare l’ascesa dei giganti dell’e-commerce.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome